martedì 21 giugno 2011

Parole di getto

Ricordi fugaci, 
parole dette 
  consumate  
e bruciate 
dal sole  del giorno.
 Ogni parola,
ogni ricordo,
  il  tramonto 
 nel suo dolce calare 
 tutto raccoglie
 e porta via.

 Ma i  ricordi antichi restano impressi per sempre
  e  nessun tramonto della sera  li porta via
 e  noi restiamo prigionieri di loro. 
 La vita è viva e  noi dobbiamo viverla.

 Grazie  però ai dolori  abbiamo la possibilità di migliorarci, ma non sempre è cosi per tutti.
C'è chi nel dolore si incattivisce, ma non è cattiveria ma  e solo una grossa arrabbiatura, come se la vita avesse rubato  a loro la grande opportunità di camminare nella vita con quell'orgoglio che nasce dalla sicurezza  che  solo l'amore da. 

  E quando questo amore viene meno per svariati motivi, si perdono quelle  certezze necessarie per affrontare la vita. 

Solo crescendo  si capisce  che questa forza comunque  la devi trovare,  per non soccombere, e nasce per bisogno  quella che da tutti poi è definita forza...anche questa frase   alcune volte non   da sollievo.

La forza che gli altri vedono non sanno che è sempre minata. Una cosa è certa.  la vita non ti  restituirà nulla di quello che ti ha tolto.
 No dite mai che una persona è forte ma  come sarebbe stato bello avere quella dolce debolezza che certe volte la buona sorte  regala,  per poter  vivere la vita ad ampio respiro e  senza  dover imporre a lei la tua forza e dichiararle guerra.

 Son convinta che non esiste il dolore in assoluto  ma esistono i dolori.  Ogni dolore ha la sua forma  e  la sua intensità.
Ognuno  li vive a secondo lo spessore della propria anima, è lei che  stabilisce il nostro grado di sofferenza.

La crescita di un'anima 
 è la  sola vera battaglia della vita.  
il solo  vero compito nostro 
 è  di innalzarci.

 I dolori sono solo  i mezzi che le  circostanze  creano le quali ci danno l'opportunità di fare di noi quelle che poi diventeremo  nel bene e nel male. 
Ma quello che  di buono diventiamo son sicura che  lo stabilisce la nostra anima  con un suo linguaggio speciale.
 Il suo linguaggio  è difficile da capire e  da decifrare  ma la stessa anima ci offre  i mezzi di ascolto.

C'è chi piano piano e con fatica 
riesce a decifrarlo 
 e  non senza dolore.

Ogni dolore si può superare ma  solo se  ci mettiamo in ascolto di quella voce che ci arriva dall'interno di noi stessi,  voce nata con noi e per noi,  per accompagnarci nei sentieri   della vita.

  La  sua voce  ci trascinerà   nei labirinti più oscuri della  nostra  mente, dove ogni pensiero nel  buio più buio  si perderà in mille congetture e in tanti perchè  e  pare che  nessuna luce brilli per noi.

 In quel buio dove l'aria è imperniata di magia,  impariamo ad ascoltare il silenzio eterno che ci  narra la sua storia,
  e dove risiede da sempre L'alito Divino. 
In questo silenzio mistico  è  racchiusa   la nostra Mente Sacra. 
Qui nella profondità di noi stessi,  scopriamo che il mondo ci appartiene. 

Quanto tempo ci vuole
per arrivare a 
questa profondità?
Tanto!

La consapevolezza avviene 
lenta man mano che
  t'arrendi ad essere 
ciò che tu non sai.

  Si emerge da questo profondo rinati e  senti che sei diversa.  Una nuova coscienza rischiara con chiarezza i tuoi pensieri,  inizi a guardare il mondo con occhi  non più appannati e  niente più ti fa paura.

   La nuova luce che ci accompagna 
ci farà ascoltare le vecchie storie 
come  ritornelli  di romanze
 che  la vita canta  a  tutti.

 Noi siamo solo dei viandanti su questa terra, conosciamo solo la partenza e il cammino del nostro viaggio, ma dove ci porterà  non lo sappiamo. 

 Ma io ho trovato la mia speciale navicella, si   lei, la mia Anima, con lei cavalco nel tempo dell'infinito,
  dove la materia scompare  e   tempo  e spazio si  annullano. In questi  momenti  ho  come l'impressione  molte volte di incontrare Dio  e  di parlare con  Lui.

21 commenti:

il monticiano ha detto...

Sono tra coloro che si trova ad essere prigioniero dei ricordi antichi.
Aspettavo un suggerimento così, grazie.
Ciao,un abbraccione
aldo

zicin ha detto...

Cara Rosy, una intensa pagina di un aspetto profondo di noi. Mi specchio nelle tue parole e mi ritrovo all'unisono.
Dal dolore profondo, scatta qualcosa di meraviglioso, la rigenerazione di se stessi che ci porta a scelte nuove e su nuive strade.
Grazie per questa bellissima pagina psicologica e complimenti per la precisa descrizione di questo stato d'animo.

Scusami per la latitanza... sai il motivo.
Un caffè, un sorriso e un bacio.
Felice giornata

Caterina ha detto...

Ciao cara, la mia testa ora é vuotissima:)), cosí mi immergo solo nei tuoi bei pensieri.
Anche qui fa molto grado. Nel pomeriggio andró a rinfrescarmi ed annaffiare le piante nel giardino.
Baci, abbracci, coccole e un sorriso:))

nina ha detto...

un passaggio veloce per dirti che ho provato a inserire il lettore vocale nel mio blog: al momento non mi pare funzioni.
Mi pareva di aver seguito tutte le indicazioni ma qualcosa non va.
Ci riprovo
Nina

Nicolanondoc ha detto...

L'anima è quella cosa che trafigge interamente il corpo, senza illusioni, è lei stessa che ci conduce in questa meraviglia che la vita ci offre, indipendentemente da quello che si possa credere.

Probabilmente ti ho descritto il mio pensiero dell'ultima volta che ho sentito la tua soave voce;-)
Ti abbraccio cara, nella speranza che la mia metà su questo tuo post non passi:-))

Angelo azzurro ha detto...

Le tue parole invitano sempre a riflessioni serie cara Rosy. I ricordi sono parte di noi, ci accompagnano nel bene e nel male. Dici bene: la vita è un cammino, a volte duro e difficile, che ci aiuta a crescere, a maturare consapevolezze. Buon cammino, dunque, a tutti noi

chicchina ha detto...

Mi piace"noi siamo dei viandanti su questa terra...
Umanità in cammino,eterni pellegrini verso una meta,sconosciuta a noi,ma certa.E le prove da superare,lungo la strada,il dolore,le insicurezze,i dubbi,ogni passaggio della vita,ogni prova superata,allegeriscono il peso dei nostri dispiaceri,trasformano il senso delle cose.
Un abbaccio.

riri ha detto...

Mia cara Amica, lo scritto rispecchia la profondità del tuo pensiero, di quello che sei e ne emerge un'anima di cui non si può fare a meno di tessere le lodi, ma il mio pensiero, per questo tuo post magnifico è difficile da esprimere, così, in modo quasi nudo...
Spesso sento dire di una persona: "è un'anima bella", trovo sia un bel modo di rapportarsi,(e lo direi a te) ma non sono qui per dirti come sei, un buon lettore, qualcuno che ti conosce ancor poco, come me, può solo esprimere un pensiero che accomuna, quello che emerge dalla complessità e profondità delle parole.
Il dolore, stare vicino al dolore, aiuta chi soffre e fa risplendere gli occhi di chi "assiste" di una luce quasi divina;-)..tu possiedi quella luce...
Ti abbraccio

nina ha detto...

ciao cara Rosy
ho letto le tue "parole di getto" e ne colgo la profondità di chi si interroga su se stesso e sul senso della vita.
Il valore di una persona è la somma delle sue esperienze, delle battaglie e delle scelte, anche difficili, che riesce a compiere.
E' importante ogni tanto fare un tutto nel profondo, coltivare il dubbio, e cercare di cogliere, oltre l'apparenza dei comportamenti, l'essenza che ci accomuna.
Un grosso abbraccio
Nina

rosy ha detto...

Il passato caro Aldo è l nostra vera lezione di vita, dove dobbiamo attingere, per affrontare il presente, facendo tesoro del nostro vissuto.Un bacione Alduccio.

rosy ha detto...

Zicin, non ti devi scusare di nulla.
Qui sopra dobbiamo sentirci liberi di muoverci come ci sentiamo e anche a secondo il tempo che abbiamo.
Ma non per questo ti sento meno amica.

In questi giorni sono stata poco presente e rubavo ogni attimo per portare i miei saluti, oggi sono una nonna libera e vi sto godendo con calma.

Bacione e grazie delle tue parole ciao

rosy ha detto...

Cara Caterina, la stanche dei primi caldi è dovuta al lavoro di un inverno a lavorare e quando il sole dorato illumina tutto porta a tutti contentezza e stanche accumulata che il sole dell'estate piano piano porterà via.
Baci coccole e carezze che ricambio con gioia.
Ciao.

Caterina ha detto...

Ciao nonnina Rosy,
Man mano mi sento sul top. La mattina frequento la scuola fino all'una. Domani andró ad un incontro per rivedere i miei ex compagni di classe di liceo. Sará l'anniversario 40. dell'esame di maturitá:)). Faró un viaggio abbastanza lungo per arrivare alla cittadina della mia infanzia. Sará una grande gioia rivedere gli amici e le amiche ma nello stesso tempo nel mio cuore c'é una grande tristezza:dopo la morte dei miei cari abbiamo venduto la casa paterna. Mi duole che da alcuni anni (5)non posso giá "andare a casa".
Baci e buon fine settimana a te cara

rosy ha detto...

Nina, ho visto che l'ascolto non ti funziona bene.
Riprova con calma...

Ti ringrazio per il secondo commento. l'essenza di noi è la ricerca di dare alla vita un senso, che ci aiuti a capire che la vita stessa può essere vissuta in modo diverso.
Bacio ciao

rosy ha detto...

Nicola, si il tuo pensiero che ci simo detto a voce rispecchia il mio.
Solo attraverso il sentire dell'anima l'uomo purifica se stesso.

Grazie per il soave.
Bacio ciao

rosy ha detto...

Buon cammino a tutti angelo.

A te buon volo, che le tue ali possono portarti sempre più in alto.

Ti abbraccio ciao.

rosy ha detto...

Chicchina eterni pellegrini che viaggiano con una sola zavorra, dentro la quale cìè tutta la nostra vita.
Quando mi sento stanca, mi fermo, tiro giù la mia zavorra l'apro e piano piano faccio il mio personale "inventario" e scrivo parole di getto.

Ti abbraccio.

rosy ha detto...

Riri, stare a contatto con il dolore s'impara a valutare la vita diversamente,anche se molte volte
le nostre valutazioni sono diverse da quelle degli altri e tute valide.
Come ho detto, non siamo noi a valutare ma è lo spessore della nostra anima e lei son certa che valuta bene a noi il compito di ascoltare il cuore che è il suo ambasciatore.

Grazie, un bacione.

rosy ha detto...

Cara Caterina, il passato con i suoi ricordi da un senso alla nostra vita.
Ci racconta la vita di altre vite a noi care, volti parole che ci accompagnano sempre e noi siamo la loro "Resurrezione" Parlando di loro.

Buon viaggio e buona rimpatriata, va serena e rivedere i posti a te cari non può che aumentare la sensazione di benessere che provi.
Se solo metti nel tuo cuore i ricordi più belli.
I genitori non vanno mai via per sempre,la loro vita resta nei nostri occhi e fino a quando ci siamo noi sono vivi.

Ti abbraccio e dopo raccontaci come è andata. come sai fare tu attraverso le immagini. Ci conto.

Ti abbraccio forte
Porta i miei saluti italiani a
tutti Buon fine settimana

il monticiano ha detto...

Grazie Rosy per aver scritto un poema poetico.
Ti ammiro per la tua forza d'animo.
Io non credo di averla anche perché la vita a me ha rubato parecchio.

rosy ha detto...

Alduccio, lo so...ma credimi la vita ti toglie e ti da...
La tua forza tu non la vedi ma io si.
La tua sensibilità è la tua vera forza.
La sensibilità, quella che tutti credono che sia debole, invece non è cosi.
Caro Alduccio lei fa di noi persone speciali come te.
Alduccio, non pensare a quello che la vita ti ha tolto, pensa a quello che ti ha dato la forza e il coraggio di andare avanti con i tuoi speciali Si e la vita è maestra e come tale da il suo voto.
Ma non i voti a numero, ma quelli più forti e più belli.
I suoi voti sono: la bellezza d'animo, la saggezza, l'amore per il bello, per il giusto e mi chiami niente tutte queste cose?
Tu le possiedi tutte e poi credo che ognuno di noi non è messo a caso in un determinato posto...
Ci sono ragioni che non non vediamo ma la legge della vita le vede tutte e provvede a tutte ma a modo suo che è quello giusto, anche se a noi certe volte o quasi sempre non le vediamo giuste.

Ti abbraccio forte.
Ti voglio bene.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...