lunedì 2 novembre 2009

Un ricordo che cade in questo giorno.


Con la morte nulla finisce ne ho avuto la prova 15 anni fa in questo giorno.
Leggete attentamente, solo per ragioni di rispetto a chi non c'è più eviterò di fare nomi.
Questo racconto di vita vissuta è la mia speranza, che la vita oltre la morte in qualche modo continua...


Anni fa, una vecchietta in fase terminale era assistita dalla pietà di alcuni condomini, tra cui una mia amica La vecchietta era sola non aveva nessuno.
Prima di lasciare questo mondo regalò a tutti qualcosa di suo, aveva poche cosettine quel pensiero era il suo grazie


Alla mia amica lasciò un lenzuolino, ricamato con le sue mani era di tela d'Olanda
Lenzuolo che fu buttato, perchè veniva da una persona ammalata e si aveva paura di un contagio.
Mi trovai una mattina a casa di questa mia amica che con il marito avevano buttato il lenzuolino nella pattumiera mi sembrò eccessivo buttare una cosa data con tanto affetto e riconoscenza.
Cercai di spiegare che il tumore non è infettivo e poi bastava lavarlo e conservarlo ma buttarlo no...non ci fu verso di convincere queste persone.
Cosi il lenzuolino lo presi io, non mi andava veder buttare una cosa che era stata data per ricordo e col cuore da chi non possedeva nulla.
Questo lenzuolino lo usai per la culletta dei bambini, dunque immaginate quanti anni è stato con me e mi piaceva tanto.


Passano gli anni, i miei figli crescono il lenzuolino si era rovinato, ad ogni cambio di stagione decidevo di buttarlo lo mettevo nello scarto ma poi sempre andavo a riprendermelo pentita e cosi decisi di metterlo in fondo alla cassa dove è stato per anni...


Le persone che buttarono questo lenzuolino una di loro si ammala di tumore...ha sofferto molto, in fase terminale si aveva bisogno di tante pezzuole, mi chiedevano sempre se avevo qualche lenzuolo vecchio...dicevo di si, ma portavo le lenzuola nuove.


Il primo Novembre mi fu chiesto un altro lenzuolo guardando nella cassa, trovai il famoso lenzuolino, e scoppiai a piangere e decisi di prenderlo lo lavai lo misi sul termosifone, appena asciutto feci tanti quadratini e pensavo e piangevo, perchè mi era toccato a me questo triste compito?


La mattina del 2 Novembre di buon'ora portai i quadratini a casa dell'ammalata mi venne incontro il marito, quello che tanti anni fa aveva buttato il lenzuolino nella pattumiera e con le stesse mani ritoccò quell'antica stoffa e diceva...questa è tela d'olanda una stoffa che oggi non si fa più, quali fili muovono la nostra vita?


Alle 15 di 15 anni fa il lenzuolino della vecchietta trovò finalmente il suo posto... se ne andato anche lui per sempre con la mia amica, adesso riposano insieme.


Io sono stata solo la depositaria di un evento che doveva accadere tramite me.
Non ho mai detto agli interessati che quei quadratini di stoffa gli ultimi che furono usati per coprire le ferite della mia amica venivano dall'antico lenzuolino.
Ho raccontato questo fatto reale, perchè è accaduto 15 anni fa il 2 di Novembre alle tre di pomeriggio, la mia amica lasciò per sempre questo mondo e in questo giorno rivivo le stesse emozioni di 15 anni fa.

Attraverso il tempo che passa elaboro sempre di più l'esperienza vissuta direttamente e il grande aiuto che da lei ho ricevuto.

13 commenti:

  1. Era destino che dovesse tornare a lei...

    RispondiElimina
  2. ...la vita cosa non ci riserva...!

    RispondiElimina
  3. Un ricordo dall'apparemza semplice e che invece poi si è dimostrato un fatto straordinario raccontato anche molto bene.

    RispondiElimina
  4. rosy, il tuo racconto offre materia di riflessione profonda.

    Non ci sono molte parole per commentare una narrazione che esprime già tutto per quanti vogliono recepire.
    La morte pone fine al ciclo naturale di un essere vivente, un ciclo che è iniziato con la nascita. Ma sono convinta che questo evento finale sancisca un nuovo inizio...

    Una sensibilità straordinaria la tua, messa al servizio di una condivisione generosa di sentimenti.

    Con affetto.
    annarita

    RispondiElimina
  5. Angelo, credo che la vecchina ha salvato il suo dono per poterlo rioffrire alla mia amica, e starle accanto con amore nel momento piu importante della vita.
    Bacio

    Stella,ciao!bacio


    Aldo,credo di aver vissuto una grande cosa, che mi ha insegnato che nella vita nulla di nulla è mai nulla...noi umani ci siamo fissati dei codici in base ai quali crediamo e agiamo...e invece la vita va letta in ogni sua sfumatura, maggiormrmente in queste ultime.
    Bacio.


    Annarita, tante anime hanno girato intorno ad un lenzuolino che aspettava solo di ritornare a colei a cui fu regalato..è passata una vita che ciò accadesse...non è un fatto semplice, questa non è una coicidenza...è qualcosa di piu.

    Abbraccione.

    RispondiElimina
  6. Anch'io, come te avrei custodito quel lenzuolino: poveretta lo aveva donato con il cuore...e poi, il destino ha voluto il resto che tu ci racconti.
    Una storia davvero straordinaria.
    Un bacio a presto.

    RispondiElimina
  7. E' vero, cara Rosy, questa storia non è solo fatta di coincidenze. E' molto di più. Forse quei quadratini hanno veramente regalato un po' di sollievo a quella signora.
    Buonanotte Rosy.

    RispondiElimina
  8. Il cerchio si è chiuso.
    E' il cerchio della vita, tutto gira e tutto si mette in ordine, un ordine perfetto.
    Ogni cosa ha un suo equilibrio, e quel lenzuolino è stato importante in molti momenti della vita, e il grande amore che ci avrà messo la vecchina nel ricamarlo deve essere stato fondamentale se mai veniva buttato. Voleva essere utile, in tutti i modi. E lo è stato.
    Bellissima e intensa storia, questa che hai vissuto.
    Bacioni.

    RispondiElimina
  9. Serenella, ho vissuto e vivo questa storia portandola nel cuore come premmessa, che ogni cosa di questa terra ha bisogno di riconciliarsi con il cielo...

    Tutto quello che scioglierete sulla la terra, sarà sciolto anche in cielo.
    Parola di Gesù
    Un bacio

    RispondiElimina
  10. Follettina, il cerchio doveva chiudere...si è chiuso lasciando nel mio cuore dolci premesse, che la nostra vita quaggiù è legata ad un solo destino.

    RispondiElimina
  11. Paola, cara storia di questo lenzuolino è meravigliosa perchè l'ho vissuta intensamente e con amore misto al dolore.
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. ciao rosy i tuoi blog sono bellissimi pieni di cultura sentimento e spirito artistico
    con affetto ivana

    RispondiElimina
  13. Grazie Ivana sei buona
    Un bacio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...