martedì 14 gennaio 2014

Caro amico ti scrivo...

Mi trovo a fare il bilancio come blogger, tra gli alti e bassi devo dire che da tempo porto avanti il blog  con lentezza. Mi dico da sola..che verranno tempi migliori, ma questi tempi non arrivano mai.
Chiudere non mi va, scrivere non mi va, raccontarmi e raccontarvi bugie non mi va.
Sto qui a chiedermi ogni giorno cosa posto? le idee ci sono ma restano idee.
Il blog mi è sempre piaciuto, mi è piaciuto sempre scrivere, non ho mai filtrato i miei pensieri, mai.
Ogni cosa che ho scritto è stato perchè mi piaceva scriverlo.
Forse ho peccato nella forma, ma ho sempre cercato di rendere chiaro il concetto, credo e spero che sia cosi.
Da un po' di tempo, mi sono data a Fb, ma senza offesa per nessuno non mi piace tanto, vuoi mettere il blog dove sento tutto mio questo spazio virtuale e dove ho incontrato tanti di voi che mi hanno accompagnato e letto le mie parole?
Un blog ha bisogno anche di essere curato e anche questo da tempo non faccio, ma spero, di riprendere la situazione in mano come una volta.
Sempre mi riprometto di riprendere il blog come una volta ma poi inesorabilmente non lo faccio.
So che se non succede, non accade nulla, il sole domani spunterà lo stesso, tutti voi farete le vostre cose, la notte puntuale arriverà..insomma tutti puntuali,  tranne io.
Da un bel periodo ho l'impressione di stare come si dice..più di la che di qua...la mia è un'impressione che nasce dalla stanchezza.
Quando si lotta e la vittoria ancora non è raggiunta, allora senti che tutto scricchiola intorno a te  e quel cra, cra cra mette in fuga ogni pensiero, più esatto dire, che spezza ogni pensiero e ogni voglia di fare.
Da quanti anni curo questo blog, non lo so, non sono mai stata quella che usa fare il compleanno del proprio blog. Non guardo mai le visite, non ho mai  contato i commenti, non che non mi piacciono riceverli, sarei un'ipocrita a dire una cosa del genere, ma quando ho tempo e desiderio mi piace lasciare la mia traccia, per il piacere di farlo. Punto
Ogni parola che scrivo sia nei commenti che nei post e perchè la sento e poi devo dire la verità, mi sono affezionata a voi e non ho nessun desiderio di perdervi, almeno per il momento.
Come sempre quando ho voglia di scrivere e di comunicare scrivo di getto, senza mai chiedermi se è giusto quello che scrivo.
Questa è la forma di libertà più bella che il virtuale mi ha regalato.
Getto o non getto, forse è meglio che  adesso getti la spugna e mi fermo qui per questa sera.
Ciao a tutti!
Rosy.


11 commenti:

chicchina ha detto...

Ti sento un po così,oggi,cara Rosy,e non mi piace. Perchè conosco la tua grinta,la tua voglia di superare tutto,un momento di stanca,più o meno lungo può capitare a tutti,ma scrivere è quasi una terapia,quindi per favore continua a scrivere e cerca di stare "più di qua",intendo qua sul blog che "di là"intendo là su FB. Scrivi quando come e quello che vuoi,ma continua a farlo. Arranco un po anch'io,ma non demordo. Al prossimo post,allora.Il pezzo che hai inserito è fra i miei preferiti-Grazie

rosy ha detto...

S cara Chicchina, mi sento davvero stanca, Fb è meno impegnativo e poi gioco e non penso.
Ho deciso che non voglio più pensare almeno per un bel periodo di tempo a niente.

Scusami chicchina come sempre non mi sono spiegata bene..con buttare la spugna non intendevo dire che lascio il blog..ma solo di smettere di scrivere il post.

Ti abbraccio e mi raccomando sta su!

Gabe ha detto...

cara Rosy,questi momenti di stanca e la voglia di mollare il blog vengono un po' a tutti e credo che siano legati a stati d'animo o a mancanza di tempo,ma,credimi,nessuno sta a sindacare su quanto o ogni quanto si scrive.Pertanto ti chiedo di non rinunciare,e sentiti libera di farlo se e quando ti va
Spero di risentirti ancora e con uno stato d'animo più positivo
un abbraccio

rosy ha detto...

Gabe, forse un po' di riposo mi ci vuole pure Sono davvero un po' stanca fisicamente e mentalmente e la cura di un blog richiede concentrazione e impegno.
Come dicevo a chicchina lo dico a te non intendo lasciare il blog..forse è meglio che coreggo il post.
Scusatemi
Ti abbraccio Gabe e grazie!

nina ha detto...

Cara Rosy
comprendo perfettamente ciò che dici perché lo vivo pari pari anch'io.
Non frequento FB come te, ma solo per accedere ai giochini. Infatti là ti vedo spesso anche se solo raramente lascio commenti:
come te lo sento un luogo un po' estraneo ed "esposto ai quattro venti"...
Prendiamoci tutta quella libertà che dici, lo dico anche a me perché anch'io mi rimprovero per la pigrizia, per la latitanza, per l'assenza. Ma se questo è uno spazio nostro, deve seguire noi, i nostri stati d'animo, le nostre inclinazioni e i nostri umori. Guai se diventasse un obbligo.
Ciò detto per me la tua presenza è irrinunciabile. Teniamo duro!!!!!
Scusa, scappo che devo andare al lavoro ed è tardi...

il monticiano ha detto...

Cara amica ti dico seguita a scrivere sul blog così ti distrai un po' e fai un grosso piacere a noi che ti leggiamo volentieri.
Un abbraccione,
aldo.

rosy ha detto...

Alduccio anche a me piace leggervi.
Tranquillo che non lascio niente, solo che devo ritrovare un po' di tranquillità.
Serena giornata.
Ti abbraccio.

rosy ha detto...

Mi fa assai piacere Nina che mi capisci.
Anche io mi son data ai giochini su fb e posto qualcosa anche perchè li è più facile postare e non devo curare nulla.
I blog nacquero come diari on-line, poi piano piano cara Nina si son trasformati in siti divulgativi e si parla di tante cose.
Forse sarebbe il caso di ritornare al vecchio e caro diario on-line e cioè quando si sente la necessità di raccontarsi attraverso pensieri e parole del momento.
Teniamo duro cara Nina, neppure a me va di perdere voi tutti!
Un abbraccio a te Nina e buon lavoro!

Tomaso ha detto...

Cara Rosy, questo capita a tutti!
Vedi io ritorno dopo un triste momento, e provo a rimettermi in forza per portare a tutti il mio saluto. Ciao e buona serata, amica.
Tomaso

Paolo ha detto...

Cara Rosy, io faccio post dal 2003 e continuerò finché anche un solo amico verrà a leggere cosa scrivo, magari un pensiero anche non mio o una poesia. Conta quella che su Splinder chiamavamo "la blogsfera", che cambia, sì. Decine di amiche e amici hanno lasciato. Peccato, li rimpiango. E facebook è solo una vetrina disordinata piena di strilli e vociare.Ci giro ogni tanto, ma non mi piace.

rosy ha detto...

Come blogger sono MOOlto pèiù vecchia di te.
Iniziai su una piattaforma che si chiamava Diablogando, poi chiuse e noi ci trovammo raminghi per le strade del web.
Prima mi iscrissi al Cannocchiale, segui gli amici, poi approdai a blogspot ma dopo un anno iniziai ad avere qualche commento, però, blogspot mi piacque subito e sto ancora qui.
neppure a me piace FB ma sono caduta nella trappola, per i giochini, all'età mia, che vergogna!! Giocare con le caramelle.
Ricordo quando chiuse splinder tanti di voi cercavano un posto..questo siamo canne al vento anche sul web.
Sta certo che verrò a leggerti sempre con molta simpatia e piacere.
Ciao!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...