domenica 24 marzo 2013

una preghiera per ogni dito della mano.

I
Una preghiera che Papa Francesco scrisse una quindicina di anni fa quando era ancora Vescovo di Buenos  Aires. Ci sono i valori che il Pontefice ci ha gia' svelato in oooquesti primi giorni di pontificato: umilta', semplicita', comprensione, accettazione. E il silenzio tanto caro ai Gesuiti della preghiera.


1- Il pollice e' il dito a te piu' vicino. Comincia quindi col pregare per coloro che ti sono piu' vicini. Sono le persone di cui ci ricordiamo più facilmente. Pregare per i nostri cari e' un dolce obbligo.
2- Il dito successivo e' l'indice. Prega per coloro che insegnano, educano, e curano. Questa categoria comprende maestri, professori, medici e sacerdoti per indicare agli altri la giusta direzione. Ricordali sempre nelle tue preghiere.
3-
Il dito succcessivo e' il piu' alto. Ci ricorda i nostri governanti. Prega per il presidente, i parlamentari, gli imprenditori e i dirigenti. Sono le persone che gestiscono il destino della nostra patria e che guidano l'opinione pubblica...hanno bisogno della guida di Dio.
4- Il quarto dito e' l'anulare. Lascera' molti sorpresi, ma e' questo il nostro dito più debole, come può confermare qualsiasi insegnante di pianoforte. E' li per ricordarci di pregare per i più deboli, per chi ha sfide da affrontare, per. I malati. Hanno bisogno delle tue preghiere di giorno e di notte. Le preghiere per loro non saranno mai troppe. Ed e' li per invitarci a pregare anche per le coppie sposate.
5- E per ultimo arriva il nostro dito mignolo. Il più piccolo di tutti, come piccoli dobbiamo sentirci noi di fronte a Dio e al prossimo. Come dice la Bibbia..gli ultimi saranno i primi. Il dito mignolo ci ricorda di pregare per te stesso...
Sara' allora che potrai capire meglio quali sono le tue necessita' guardandole dalla giusta prospettiva.

Buona domenica delle palme da Tele se. 

9 commenti:

Tomaso ha detto...

Cara Rosy, siamo fortunati abbiamo un Papa che stupirà il mondo!!!
Buona domenica delle Palme, amica.
Tomaso

il monticiano ha detto...

Rosy sei in ripresa piena e piacevole sia per te che per noi.
Rammenti a noi tutti qualcosa di quindici anni fa di papa Francesco.
Un abbraccione,
aldo.

nina ha detto...

carissima amica,
sono felice di leggerti in questa domenica mattina delle Palme.
Io lo sai che non prego, ma mi è piaciuta lo stesso la similitudine, e sostituisco alla parola pregare la parola pensare, avere cura degli altri e di noi stessi (solo che salterei il dito medio).
Ti mando un rinnovato abbraccio e i miei pensieri da dito pollice...

Gabe ha detto...

che bello risentirti!!!!
bellissima preghiera,un abbraccio

Tiziano ha detto...

Ciao Rosy grazie per questa semplice
e profonda preghiera di Papa Francesco il Papa umile che ha conquistato il mondo
buona serata da Tiziano.

lella ha detto...

Ciao, Rosy! Bentornata!
Che bello questo promemoria di preghiera: questo Papa è veramente una sorpresa continua!

annamaria ha detto...

Grazie di queste belle preghiere, passa da me ciao
"poesieinsmalto"

Gabry ha detto...

Una bellissima preghiera e poi a me sto Papa èpiace molto!!!

Un abbraccio Rosy!

annarita ruberto ha detto...

Una preghiera che leggo solo oggi, ma che va bene per tutti i giorni dell'anno.

Serena Pasqua e tanta salute a te e famiglia.

Un abbraccio
Annarita

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...