lunedì 4 febbraio 2013

Tammurriata Nera

Tammurriata nera racconta la storia di una donna che mette al mondo un bimbo di colore, concepito da un soldato durante l'occupazione americana. La donna tuttavia accetta il figlio, forte del proprio amore materno. L'intera vicenda è raccontata da una specie di "coro greco" che ironizza sul fatto che per quanto la donna rigiri il figlio (Seh, vota e gira, seh seh, gira e vota, seh), o gli affibbi nomi italiani come Ciccio, Antonio, Peppe o Ciro (ca tu 'o chiamme Ciccio o 'Ntuono, ca tu 'o chiamme Peppe o Ggiro), il bambino che ha partorito è comunque nero (chillo 'o fatto è niro niro, niro niro comm'a cche). La nascita della canzone prende ispirazione da un episodio accaduto a Nicolardi, che vide un certo trambusto nel reparto maternità presso l'ospedale di Napoli Loreto Mare, di cui era dirigente amministrativo Una giovane aveva dato alla luce infatti un bambino di colore, e di fatto non era l'unica in quel periodo ad essere rimasta incinta dei soldati afro americani. Tale episodio rappresentava una vera e propria svolta epocale per la società napoletana ed italiana, e Nicolardi, già autore di canzoni napoletane di un certo successo, fra cui la famosa Voce 'e notte, insieme all'amico e consuocero, il musicista E. A. Mario, autore fra l'altro della Leggenda del Piave, scrissero di getto Tammurriata nera. Fra i primi a rendere celebre Tammurriata nera vi fu Renato Carosone, che contribuì a far diventare famosa Tammurriata nera in tutta Italia, rendendola parte del proprio repertorio.A livello discografico, però, la versione più ricordata di Tammurriata nera è quella registrata nel 1974 dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare, che rimase nella hit parade dei singoli più venduti in Italia per diverse settimane. Trevi, Vera Nandi, Peppe Barra, Teresa De Sio e Gabriella Ferri.


 

  

 Con il secondo video vi saluto in'allegria! Spero di ritornare prestissimo in mezzo a voi.
Vi abbraccio e ringrazio  di vero cuore a  tutti della vostra presenza.


22 commenti:

Sandra M. ha detto...

Che meraviglia. Ho avuto il piacere e la fortuna di ascoltarla dal vivo in Piazza Grande a Modena da "La nuova compagnia di canto popolare" molti anni fa. Avrei voluto decine di BIS!

Sandra M. ha detto...

Dimenticato: magnifiche anche le immagini...Sciuscià?
Torna presto.

Paola ha detto...

Concordo con Sandra ! È tra le più belle canzoni popolari..
Grazie Rosy ! Tutto bene? Spero che presto tu possa tornare.
Un abbraccio

Tomaso ha detto...

Cara Rosy da te qui si ritorna nei giorni del passato... Molto interessante cara amica.
Da me ce un racconto di un amico conosciuto per caso passa per vedere se ti piace...
Buona serata cara amica.
Tomaso

nella ha detto...

Rosy? Che è successo...rendimi partecipe, perchè mi manca qualche pezzo della tua recente vita...
Per quanto riguarda il pezzo napoletano , per me resta ineguagliabile cantata da Beppe Barra!
Ritorna presto , ti prego!

il monticiano ha detto...

Certo che Tammurriata Nera cantata dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare è diciamo così quella più
vera ed autentica ma mi permetto di
suggerire che anche nella versione cantata da Gabriella Ferri abbiamo una perla rara.
Anche i tre ragazzini con quelle due famosissime canzoni napoletane non scherzano.
Un abbraccione,
aldo.

nina ha detto...

Indimenticabile la Tammuriata della Nuova Compagnia di Canto Popolare, con quel vocione di Peppe Barra che quando lo vidi, agile e mingherlino com'era, rimasi a bocca aperta!
Ciao Rosy e ben ritrovata!

gattonero ha detto...

Un saluto meraviglioso, in entrambi i video mi sono commosso.
Con lo spezzone della Ricciarelli a fare da ciliegina sulla torta sono state tre canzoni stupende.
Grazie, Rosy, un abbraccio grande grande.
(Come va?).

skip ha detto...

Una canzone travolgente che trasmette ritmo,voglia di ballare e ironia. Indimenticabile l'interpretazione del grande Beppe Barra:Grazie!


Gabe ha detto...

Rosy quanto tempo!!spero tutto bene
La canzone la conosco bene,è molto spassosa,ti abbraccio

Caterina ha detto...

Grazie cara per queste belle canzoni. La prima é storica e commovente, la seconda peró é il futuro :)!
Un abbraccione forte forte e ti aspetteró

riri ha detto...

Magnifiche entrambe, per la prima noi napoletani ne abbiamo fatto un inno nel mondo:-) Un bacio Rosellina, ed un abbraccio rotondo.

Lagos ha detto...

Rosy, amica mia, un bacione grande a te. baci baci

Gabry ha detto...

Grazie Rosu per questo bel tuffo nel passato.

Un abbraccio forte forte!!!

lella ha detto...

Quanto mi piace 'sta canzone...anche se sono milanese di origine! ;-)

Costantino ha detto...

Apprezzo molto le canzoni napoletane "classiche".
Vanno forte anche qui in Piemonte!
Un saluto,Costantino

Nicolanondoc ha detto...

La prima mi ha fatto sempre ridere, da ragazzo, una canzone che racconta..Un abbraccio cara a te e famiglia.

riri ha detto...

Un bacione da noi tutti.

Caterina ha detto...

Ciao cara, sai che mi hai portato il senso di gioia con il tuo commento :)! Oh, quanto aspettiamo tutti/tutte la primavera. Domani andremo noi a mangiare dai Colombi e tornerá a casa anche Zoli, nostro figlio (scheletro:)). Ho preparato tante cose come anche Laura. Passeró anche i tuoi baci ad Adamino:)
Un abbraccione cara sorellina-amica

chicchina ha detto...

Grazie Rosy,la buona musica ci accompagna in tanti momenti e "tammuriata nera"nella versione nuova compagnia è per me fantastica,Ci sentiremo presto,per ora una serena domenica.Un grande abbraccio.

Nicolanondoc ha detto...

Siamo tutti con te! Un abbraccio lungo chilometri.

Caterina ha detto...

Come ha detto Nicola, anche oggi tutti eravamo con te!!!!Baci

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...