sabato 27 ottobre 2012

Miseria e nobiltà - film completo - intero

Ogni volta che vedo un film di Totò mi torna in mente un fatto che adesso vi racconto...
 Ero ragazza e vicino casa nostra abitava una ragazza più grande che lavorava a Napoli presso una famiglia americana con due figlie. Lei si chiamava Rosina ma da tutti chiamata Rusinella ed io la chiamerò così. Rusinella. Andava da questi signori ogni lunedì e ritornava il sabato sera, e l'aspettavano tutti, lei si metteva al centro e iniziava a raccontare tutte le cose che succedevano dai signori di Napoli, oltre che tornava con tante cose buone che dispensava con generosità a tutti e non raramente tornava indossando qualche bel vestito che la signora le regalava e con la paga e la famiglia di Rusinella aspettavano lei  per fare la spesa. Prima i figli aiutavano in casa ed era normale  I tempi erano diversi ognuno in casa dava una mano. La vita per la povera gente è stata sempre una dura scalata.
 Un sabato  Rusinell tornò tutta contenta aveva da raccontare una bella cosa che le era successo,  nella sua borsa non mancavano mai le caramelle che la signora le dava e tra una caramella e l'altra Rusinella ci racconta... Aveva un modo di raccontare che poteva fare l'artista, solo se apriva la bocca faceva ridere. Il fatto è questo...La signora aveva avvertita Rusinella  che nel pomeriggio sarebbe venuto il proprietario dell'appartamento che loro ancora non conoscevano. La signora disse alla ragazza di preparare nel salotto biscotti e altre cose e naturalmente il caffè . Alle cinque bussa il campanello della porta, Rusinella va ad aprire e chi vede??? Totò!  Vi riporto le sue parole...Quando ho visto Totò che l'ho visto solo a cinema li di fronte a me mi son tirata la lingua ho lasciato Totò sulla porta e sono corsa verso il salotto zompando e strillando come una matta.. Signò c'è Totò, signò c'è Totò, Toto Totò, emozionata mi sono seduta, mi tremavano le gambe.
 La signora andò incontro a Totò e lo fece accomodare. Totò guardò Rusinella e rideva...e le chiede come ti chiami e di dove sei? Mi chiamo Rosina ma mi chiamano Rusinella, e sono di Caserta. Totò l'accarezzò e ridendo mi ha detto... e brava a Rusinella di Caserta e mo ma fai a tazzulell e café?
 Noi intorno chiedevamo ma com'è Totò da vicino e lei rispondeva Bell, bell bell Totò.

Secondo esipodio..

 La signora aveva due figlie e ogni sera Rusinella doveva stare nella loro camera fino a quando non si addormentassero e la signora tutte le sere portava alle ragazze due bicchieri di latte caldo, raccomandava a Rusinella che lo bevessero, ma le ragazze non lo volevano e così Rusinella si beveva i due bicchieri di latte con la complicità delle ragazze che la ringraziavano.

Terzo esipodio

 Il fidanzato di Rusinella era geloso e una mattina andò a Napoli e bussò alla casa dei signori.  Rusinella andò ad aprire e vede il fidanzato che la prende con un braccio e la trascina fuori dicendo , adesso devi tornare a Caserta con me..Rusinella cercò di calmarlo,  proprio quella sera la signora aveva ospiti a cena e  lei stava in cucina a preparare la cena.
Supplicò il fidanzato di stare buono che come finiva di preparare la cena sarebbe ritornata a Caserta con lui.
 Nel frattempo lo chiuse a chiave in uno sgabuzzino raccomandandogli di non far  rumore.
 Si fece sera arrivarono gli ospiti e Rusinella stava servendo a tavola e le venne in mente che il fidanzato stava chiuso nello sgabuzzino dalla mattina e così di botto posò il vassoio sul tavolo si mise una mano in fronte e strillò...
-Madonna mia e chil mo m'accir-
 e scappò via.
La signora la rincorse e quando scopri il fatto si mise a ridere,  il fidanzato di Rusinella andò in cucina a mangiare e Rusinella continuò a servire a tavola e tutti  la guardavano  e ridevano, forse la signora aveva spiegato
 agli ospiti la faccenda.
 Miseria e Nobiltà mi fa ricordare sempre di Rusinella.
Buona visione! 

14 commenti:

chicchina ha detto...

Ciao Rosy,gusto ogni parola dei tuoi racconti,Rusinella sarà stata brava,quando raccontava,ma tu sei veramente grande,hai un repertorio ricchissimo ed interessante.E mi hai fatto ricordare una cosuccia,con l'episodio di Totò.Prima o poi la racconterò pure io.Un bacio e, a sentirci per il resto.Buona domenica.

Annarita ha detto...

Rosaria, hai sempre la capacità di strapparmi un sorriso. Rusinella era davvero un bel tipo. Dimenticarsi del fidanzato chiuso nello sgabuzzino! Esilarante.

Un bacione e buona domenica.
Annarita

Gabe ha detto...

un racconto veramente simpatico,buona domenica Rosy

il monticiano ha detto...

Oggi ci voleva proprio farmi un bel po' di risate con Totò, interprete principale di quel film che conosco quasi a memoria.
Divertente anche il racconto-ricordo di Rusinella.
Dal tuo cilindro magico tu Rosy tiri fuori sempre gradite sorprese.
Un abbraccione,
aldo.

Paola ha detto...

Cara Rosy, mi hai fatto ridere di gusto! Non c'è nulla di meglio della sana comicità napoletana.... Le storie di Rusinella sono "spassose assai"!!! Quanto,a "Miseria e nobiltà" ... è meglio che non ti dica quante volte lo abbiamo visto noi, in casa.... E ogni volta le risate sono le stesse...né più né meno! Oramai posso dire di conoscerlo a memoria così come a memoria ricordo le battute che ogni volta fa Saverio e, se c'è Giovanni... So benissimo anche le sue.
Ringrazio per il buonumore che mi hai regalato e ti saluto con affetto: buona settimana a te e ai tuoi cari.

Gabry ha detto...

Mentre leggevo mi immaginavo la scena, Rusinella mi ha strappato un bel sorriso, ma un plauso va anche a te che sai raccontare e scrivere in modo conciso, ma senza far perdere lo spessore e il brio alla storia.

Un abbraccio e buona nuova settimana Rosy!

riri ha detto...

Un racconto ce mi fa ricordare mille episodi della mia amata Napoli, sei un mito Rosy, fai partecipare alla grande, brava. Un bacio e buon inizio settimana, qui una bella giornata fredda, na tazzulella e' cafè?:-)

Caterina ha detto...

Ciao sorellina Rosy, i tuoi racconti mi affascinano e mi fanno sorridere. Mi sembra di essere veramente a Napoli in un tempo passato.
Baci e buona serata

Gabry ha detto...

Brrrrrrrrrrrrrr!!! fa freddo... fa freddo..... è arrivato il freddo.....ahahaha!!!

Ice va un pochino meglio, certo l'età è quella che è ma gli integratori e gli antinfiammatori stanno funzionando alla grande.

Un abbraccio e buona giornata!

riri ha detto...

Il caffè è pronto!! Adesso ce ne andiamo in giro per la spesa, un bacio fresco fresco:-)

Caterina ha detto...

Amica-Sorellina Rosy, stanotte all'una e mezza é nato il nostro nipotino Adamino (ÁDÁM). Baci e sorrisi:))))

rosy ha detto...

Chicchina Cara, allora aspetto con ansia la tua cosuccia su Totò:)) Raccontala quanto prima.
Un bacione ciao.

Cara Annarita, già chiudere il fidanzato per un giorno intero nello sgabuzzino e dimenticarselo è davvero roba da film.
Un bacione grande a te.

Gabry, grazie e buona continuazione di settimana a te e famiglia.
Ti abbraccio, ciao!

Alduccio, il cilindro magico c'è l'hai tu e sei tu quello delle sorprese.
Ricambio l'abbraccio con affetto ciao.

Cara Paola, mi fa piacere che a Saverio e a tuo figlio piace Totò, anche noi qui conosciamo tutte le battute a memoria di questo grande Artista... nel suo genere...era grandioso!
Salutami i tuoi e ti abbraccio, Ciao.

Gabry, lo so che immaginavi, la nostra napolitanietà è conosciuta dal mondo intero...siamo internazionali.
Un abbraccione forte.
Ciao.

Riri, lo sapevo che in te si sarebbero scatenati i ricordi della tua amata Napoli che amo anche io tanto..anche se pare che tra i casertani e i napoloteni non corra buon sangue, ma tutte dicerie...basta guardare noi per capire che non è vero.
Ti abbraccio, ciao.


Gabry, anche qui il freddo bussa alle porte e visto che non l'apriamo si ficca tra le fessure delle finestre:))
Un bacione e un pensiero per Ice.

Riri, sono venuta a prendermi il tuo caffè, non c'è marca migliore del caffè virtuale...bisogna assaggiarlo e si scopre il suo aroma che sa di amicizia.
Bacioni e sorrisi per te.

Cara Caterina- sorella allora son diventata zia questa notte di ADAM:)))
Benvenuto al piccolo in questo mondo stupendo.
Porta i miei auguri alla tua Laura e naturalmente a suo marito.
Evviva Adam i suoi neo genitori e un evviva a parte ai nonnini!
Vi abbraccio tutti e aspettiamo il prossimo post con ansia...Bacione ciao

Aruna BC ha detto...

Bellissimo personaggio, scaturito dai tuoi ricordi!!!
Sapore dei tempi poco distanti dai nostri,ma intriso di significanti emozioni nella semplicità del racconto!!
Ciao Rosy!!! un abbraccio!!!

rosy ha detto...

Brunaaaaaaaaaaaaaaa!!! che bello trovarti qui da me
Allora resti con noi?
Le cose semplici, fanno bene al cuore, purtroppo quella semplicità di una volta si è perduta..raramente la si incontra.

Ti abbraccio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...