lunedì 13 giugno 2011

Evviva gli Italiani.

Oggi  al Quorum non ha vinto nessun partito.
Ha vinto il Popolo. Evviva!

 Questo ci deve portare alla riflessione che se siamo sempre uniti  vinceremo sempre noi.
No siamo noi ad aver di bisogno di loro... ma loro hanno di bisogno di noi.

Popolo Sovrano, facciano nostra questa parola  bellissima!
 Uniti saremo una forza riconquistiamo la dignità di questa Parola.

Se  invece  restiamo  indifferenti ai problemi dell'odierna società, purtroppo, questo
sarà il lascito in rosso e dannoso  che lasceremo ai nostri figli, nipoti e ai posteri.

Questa Vittoria tutta nostra mi fa venir voglia di cantare il nostro Inno.
 Non lo so il perchè. Punto.

9 commenti:

  1. Fratelli d'Italia...
    Evviva... evviva...
    Uniti siamo una forza invincibili e ci riprendiamo diritti e dignità e mandiamo, a quel paese là, tutti quelli che non rispettano le regole e non ci rappresentano.
    Brava Rosy... hai scritto una bella pagina di storia... mi hai commossa.
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Già, rosaria! Una volta tanto, siamo riusciti ad essere uniti! Dovremmo farlo più spesso.

    Per il momento, godiamoci il risultato.

    Un bacione.
    annarita

    RispondiElimina
  3. Siamo grandi! e se non ce lo diciamo noi, aspetta e spera..
    sono felice,era una scommessa e abbiamo vinto.Che vadano loro al mare...cattivi consiglieri.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ciao carissima Rosariella.
    Con grave ritardo, per la prima volta vengo a commentare sul tuo blog. Ci sentiamo spessissimo da Annarita ed ormai la tua presenza è per me confortante e rassicurante. Con me sei sempre stata molto dolce e generosa e questo tuo ultimo regalo (la segnalazione del mio "lavoro") mi ha commosso. Spero sia sufficiente un grazie grande come una casa ed un bacione; è importante per me sapere di avere amici come te. Grazie, grazie.

    Ma visto che ci sono e, come tu ben sai, difficilmente riesco a tener la bocca chiusa, o meglio le mani ferme, approfitto per dire anche io la mia sull'argomento di questo tuo post.
    Chiaramente non ho potuto votare, ma l'rgomento era comunque molto sentito ed a casa se ne è parlato spesso. Mi sono assicurato che i miei facessero il loro dovere di cittadini responsabili ed è stato così. Era finalmente ora che gli italiani dicessero la loro con forza ed in modo unito. Sono soddisfatto del risultato di questi referendum e soprattutto, ho visto con piacere, soprattutto sul web, un forte movimento di persone coese e come tu mi insegni, l'unione fa la forza. Più spesso questa unione dovrebbe esserci e per molti altri argomenti molto importanti. Spero che questo sia solo l'inizio di una maggiore consapevolezza e partecipazione. In questo paese bistrattato ci viviamo ed è quindi giusto che ognuno di noi faccia la sua parte. Questo referendum e tutto il movimento proveniente da persone che si sono aggragate dovrebbe dimostrare (e secondo me l'ha fatto) che davvero, mettendo da parte personalismi ed individualità, insieme, uniti, si può e si deve dare un bel calcio nel didietro di coloro che pensano di essere "invincibili".
    E guai ha chi vuol mettere le mani sopra i diritti inalienabili delle persone. Come dice Annarita, godiamoci il risultato e speriamo solo che qualche "prestigiatore" non si metta a rimescolare le carte.
    Un salutone a te ed ai tuoi lettori.
    Grazie ancora di tutto
    Marco

    RispondiElimina
  5. Cara zicin, addirittura una pagina di storia.
    Sei grandiosa!
    Abbiamo vinto, magari fosse sempre cosi.
    Sai che ti dico? Che la più bella pagina di storia degli italiani sarà quando la scriveremo tutti insieme, con una penna speciale, la penna del Popolo..tutti insieme verso un solo ideale.
    Allora si, che ne vedremo delle belle sai quante poltrone cadranno?
    Mi auguro solo che se questo momento avviene io ci sarò ancora.
    Baci ciao

    RispondiElimina
  6. Chicchina, una scommessa vinta!
    I cattivi consiglieri questa volta hanno fallito.
    Bravi a noi tutti italiani .
    Dovremmo sempre essere cosi uniti come dice Annarita.

    In fondo uno stivale senza tacco e punta e senza il gambale non sarebbe più uno stivale.
    Noi tutti polentoni e terroni fin da piccoli siamo cresciuti amando la nostra Patria o meglio, il nostro stivale...
    Onore agli italiani!
    Ciao chicchina Bacione

    RispondiElimina
  7. Marcooooooo!! che sorpresa!

    Però devo essere sincera ti lessi ieri sera tardi ma solo oggi ho potuto rispondere trovarti qui per me è stato un grande onore e piacere, non esagero, è la verità.
    Ci incontriamo spesso sui blog di Annarita e leggo con molto piacere i tuoi commenti che mi lasciano stupefatta e ti ammiro molto, magari ci fossero tantissimi quindicenni come te.
    Non devi ringraziarmi di nulla,sono io che ringrazio te.
    Ti mando un bacione grande come un grattacielo.
    So che sentiremo parlare di te e questo la nostra Annarita lo ha capito molto bene.
    Un bacio al piccolo e grande genio

    Si, cari amiche e amici Marco ha solo quindici anni ma è un cervellone.
    Son sicura che nel futuro sentiremo parlare di lui.


    Marco, il tuo commento al post, dimostra sempre di più che non sei solo un cervellone, hai sensibilità, umanità e amore per la giustizia.

    Mi hai strappato un sorriso su queste tue parole.

    " Chiaramente non ho potuto votare, ma l'rgomento era comunque molto sentito ed a casa se ne è parlato spesso. Mi sono assicurato che i miei facessero il loro dovere di cittadini responsabili ed è stato così".

    Grazie, ovviamente per il sorriso benevole che le tue parole mi hanno regalato e per esserti assicurato che i tuoi genitori facessero il loro dovere.

    Ragazzo mio tu sei una cima, ce vorrebbero molti di ragazzi come te.

    Speriamo, Marco che non ci sia nessun "prestigiatore" in scena.

    Un caro abbraccio e grazie del tuo bel passaggio nel mio piccolo spazio virtuale.

    RispondiElimina
  8. Cara Annarita, per la prima volta
    noi italiani abbiamo dimostrato che sappiamo essere anche uniti.

    Speriamo che sia l'inizio di un nuovo percorso per L'Italia e per gli italiani.

    Per il momento godiamoci i nostri si...dici bene.

    Bacione.

    RispondiElimina
  9. Cara Rosy, si che hai scritto una pagina di storia perchè le tue considerazioni in questo momento è storia... la tua è una bella testimonianza che hai immortalata nel tuo blog.
    Ti lascio un bacio e un bel sorriso
    A domani

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...