mercoledì 16 marzo 2011

La Preistoria del 2011


Fukushima, si temono danni al reattore 3 - Interattivo 

"Radioattività alta, gli elicotteri non riescono ad avvicinarsi"Video - Acqua dal cielo - Soccorsi nella neve - Tokyo, negozi pieni - tv

Fukushima, si temono danni al reattore 3 -  Interattivo
SU REPUBBLICA.IT DIRETTA NON-STOP. Incubo nucleare in Giappone. Ripresi i tentativi di raffreddare il nocciolo ed evitare fuoriuscite radioattive. Ieri sera (italiana)  esplosione al reattore 4. Stamane una nuvola di fumo sull'impianto. Temporaneamente evacuati i tecnici e l'area per 30 km intorno. Emergenza aiuti: il racconto del nostro inviato dalla costa isolata e senza soccorsi. Forte scossa (grado 6). L'imperatore Akihito parla al Paese in tv : "Preoccupato per situazione nucleare". La Borsa di Tokyo chiude a +5,68%



recensioni-ilpianetaverde.jpgUn film unico nel suo genere che ci racconta come un popolo simile al nostro sia avanti migliaia di anni luce rispetto a noi. Le loro usanze e il loro modo di vivere ci fanno capire quanto il nostro stile di vita sia scialbo e antiquato.Un ottima pellicola che meriterebbe di essere vista soprattutto per il messaggio che ci vuole lasciare. In un futuro non molto lontano anche noi potremo diventare come gli abitanti del pianeta verde, talmente evoluti da non aver bisogno di alcun oggetto. CONSIGLIATISSIMO!
In questo momento, cosi disastroso per il pianeta e per noi  il Giappone ci sta dimostrando sulla sua disgrazia che siamo tutti in pericolo.  Sempre ho sostenuto che siamo arretrati di molto,  con tutte le nostre scoperte, che ci stanno solo  danneggiando. Crediamo di stare bene ma siamo e resteremo sempre nella preistoria fino a quanto non impareremo ad usare il cervello, già, si, il cervello e quanto lo useremo non avremo  bisogno  di nessuna  tecnologia. Ogni essere umano ha dentro di se due forze la negativa e la positiva, proprio come gli atomi, siamo atomi.Ma noi di queste due forze stiamo usando la negativa, la stessa nostra negatività ci porterà al fallimento e alla distruzione completa. Dire No al nucleare in'Italia è un dovere, ma non solo per l'Italia ma tutto il mondo dovrebbe  gridare No al nucleare.
Se vi va potete anche vederlo questo film , la sottoscritta l'ha visto a puntata un video al giorno , uguale a una riflessione al giorno. Sono sempre più convinta che la colpa di come viviamo è di tutti, nessuno escluso.
Film Integrale.



La rete ci da la possibilità di comunicare tra noi ma questa comunicazione se resta fine a se stessa , vuol dire che non abbiamo ancora afferrato il vero concetto di questa opportunità  che ci mette in contatto tra noi. Credo che i bloggers hanno in mano una grande "arma" che è quella di dare una continuazione a quello che leggiamo e che scriviamo Tutti vogliamo cambiare le cose, ma cosa facciamo? Nulla.
Questi spazi ci danno il senso della libertà, ma non lo siamo, la nostra è  solo un'illusione, diciamo, che dalla TV, siamo passati alla rete e questo ci  fa sentire emancipati, moderni  a passo con la vita,
 ma quale vita ? Personalmente mi sento una marionetta e  non raramente vedo un filo  invisibile che mi muove e non sono io a muoverlo quel filo. Sono realmente stanca di dondolare a piacimento dei tanti burattinai. Cosa si racconterà ai posteri della nostra Epoca?  Ci danno spazi gratis, ci lasciano scrivere quello che vogliamo, hanno capito che a noi basta questo. Ci hanno messi tutti nella rete... Così siamo più controllabili.

6 commenti:

  1. Scusa Rosy, tu sempre ottimista chiudi questo tuo post in maniera triste, malinconica e pessimistica.
    Ti capisco perché alla luce di quanto sta succedendo c'è poco da stare allegri ma non perdiamo le speranze in un futuro migliore per noi, i nostri figli, i nostri nipoti e così seguitando.

    RispondiElimina
  2. Caro Aldo, le speranze restano sempre guai se non ci fossero. Questo Nobile Sentimento che accompagna tutti da sempre e per sempre.
    Il mio non è pessimismo, ma solo uno sguardo sulla realtà di oggi, che non ci racconta nulla di buono.

    Ieri uomini politici hanno fatto dichiarazioni sul nucleare. difendendolo.

    Con le notizie che ci arrivano dal Giappone...solo gli sciocchi in un momento cosi tragico potevano difendere il nucleare
    Neppure la delicatezza di starsene zitti hanno avuto.

    Aldo, la mia speranza, il mio ottimismo sono incrollabili, ma non per questo mi fascio la testa.
    Credimi, vorrei tanto come tutti, lasciare a quelli che verranno dopo di noi un mondo diverso, migliore.
    In questo momento siamo tutti chiamati in causa.

    Ciao bacio,

    RispondiElimina
  3. Cosa facciamo in rete? Intanto acquistiamo consapevolezza di quel che ci succede intorno. E possiamo esprimere il nostro dissenso. Certo non basta, serve essere attivi anche nella vita fuori dalla porta di casa. Facciamo ognuno la nostra parte, e anche quel poco, io credo, avrà il suo peso. Intanto andiamo tutti a votare contro il nucleare e a difendere l'acqua come bene pubblico. Anche questo sarà un gesto importante.

    RispondiElimina
  4. Caro angelo, cosa facciamo in rete?
    Non era rivolto a nessuno in particolare.Era uno sfogo personale
    Tutto qui.

    Sull'onda delle triste notizie del Giappone, il mondo intero, sta riflettendo sul nucleare.
    Solo L'Italia No.

    "con l'incubo Giappone il mondo ci ripensa. L'Italia no
    INQUINAMENTI Un'altra esplosione e un nuovo incendio nei reattori di Fukushima, a cui è seguita una fuga radioattiva. La tensione sale sul nucleare che diventa il nuovo incubo e non solo per il Giappone. Nel mondo si riapre il dibattito sulla sicurezza e sull'inaffidabilità delle tecnologie atomiche. L'unico a non cambiare idea è il governo italiano".(preso dalla rete)

    Il governo italiano dovrebbe fare il referendum solo sull'acqua e
    ritirare quello sul nucleare.
    Queste sono le cose che mi fanno incazzare...Il nostro governo non ha nessun rispetto per il suo popolo.
    Non credo che questo sia il momento per un referendum sul nucleare.


    Certo che andrò a votare,
    adesso è più che mai necessario.
    Anche se tristemente dobbiamo riconoscere che l'Italia è circondata da centrali nucleari,
    da quelle francesi, Svizzera, e ungherese.
    Le centrali nucleari ovunque si trovano porteranno danni a tutti se ne salta una.
    Il cielo non ha muri e ne protezioni.

    Un Pensiero Doveroso va al Giappone Ai Suoi Morti e al terrore che continua ad incombere su di loro per il nucleare.
    Tutto questo ci deve far riflettere, noi riflettiamo e il nostro voto sarà contro il nucleare ora ancor di più.Solo il nostro governo non riflette.

    Ciao bacio.

    RispondiElimina
  5. Piu' che un post il tuo è un film sulla preistoria. Vorrei collegarmi al commento di Angelo Azzurro, anni fa avevamo fatto già un referendum per dire no al nucleare,oggi sarebbe piu' comprensibile che il governo stesso ci richiedesse con lo stesso strumento se lo vogliamo o no..Quello che mi rattrista è che circa 10 anni fa, alle prime avvisaglie (per la privatizzazione dell'acqua),un gruppo nutrito raccolse le firme contro un'eventuale privatizzazione, forse eravamo in pochi e senza un partito che ci desse un appoggio reale.
    Un abbraccio ed un saluto anche da una Riri' indaffarata:-)

    RispondiElimina
  6. Caro Nicola oggi sono stata assente sul blog come riri anche io sono stata indaffarata
    ma domani di a riri di prepararmi il caffè con la schiuma.
    Bacio a tutti e due.
    Hai ragione sul post, è un film e bellissimo questo film.
    Ciao A domani.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...