venerdì 10 settembre 2010

Concetta mobili e il suo abbraccio circolare

Concetta mobili, diventò un personaggio qui a Caserta, donna simpatica e umana .
Aveva uno strano ma accattivante modo per pubblicizzare il suo mobilificio
Sbagliava sempre a parlare insomma si faceva guardare dalle mamme dai papà
e dalle spose.Una mia amica la conosceva direttamente si incontravano  dal parrucchiere
Quando entrava lei nel salone veniva accolta dai presenti con un grosso applauso
e lei ordinava al bar cornetti e caffè per tutti mentre il parrucchiere le metteva a posto la parrucca
Era un mito e ha lasciato qui a Caserta la famosa frase
Care amiche e amici un bacio e un abbraccio circolare, che è rimasto.
Quando ci si saluta tra amici e ne siamo in tanti Si alza la mano in segno di saluto e si grida
 "Ragazzi, un saluto alla Concetta mobili".Ecco perchè ogni tanto saluto dicendo  Un abbraccio circolare

Arti e Spettacolo - Celebrità
Descrizione:
Dedicato alla meravigliosa CONCETTA MOBILI,che con le sue "PERLE" di saggezza ha intrattenuto milioni di Napoletani davanti alla TV dalla fine degli anni 70 sino al nuovo millennio..
Per tutti i nostalgici dei CONCETTI di CONCETTA!!!
Questo un pò il riepilogo della sua storia:

Concetta Di Palma, così si chiamava per l’anagrafe, nacque a Santa Maria Capuavetere, in provincia di Caserta, inizio l’attività di commerciante a Casapulla,k con il padre e i fratelli gestisce un banco di frutta. Fra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70 apre con il marito una bottega di mobili, gli affari vanno subito a gonfie vele e Concetta si trasferisce a Napoli in un grande spazio sulla Nazionale. Sul finire degli anni ’70 iniziò l’attività di teleimbonitrice sulle emittenti locali campane. Più nota come Concetta Mobili, divenne ben presto la regina tamar kitsch delle televendite dei mobilifici meridionali. Soprannominata “l’Aiazzone del Sud”, è nell’immaginario collettivo di paternopei oggi quarantenni, cresciuti a pane e spot di Concetta Mobili. Concetta lavora dapprima su una tv di Caserta, poi interviene anche come ospite fissa in un talk-show di Canale 34 di Napoli condotto da Lino D’Angiò, fa anche qualche comparsata al MAURIZIO COSTANZO SHOW e da Piero Chiambretti.

Concetta Mobili è morta il 26 aprile 2005 per un improvviso malore. Così l’ha ricordata un giornalista napoletano: “Con Concetta se ne va un pezzo della mia giovinezza catodica, quando in lunghi pomeriggi svogliati sul divano di casa ci si inoltrava nel sottobosco dell’etere locale – che da noi corrisponde alle emittenti della periferia napoletana, fonti inesauribili di assurdità – dove proliferavano imbonitori litigiosi e maghi miracolosi, cantanti flagellati e danzatrici con la cellulite, improponibili esperte e maliarde appassite.

Concetta non si può definire soltanto un’imbonitrice televisiva, sarebbe troppo riduttivo, anzi offensivo. I suoi “concetti mobili” come “a sposa e ‘a gnora v’avete ‘a volè tutto bene”, “a donna s’adda sta zitta e l’ommo è ommo”, “tutte e napulitane, site belle e site canale!”. Il suo era un occhio vigile, una finestra aperta sull’umanità: “Cuncè, nun tenimmo ‘e sorde” e “io ‘e vulesse pure aiutà”, il suoi principi ecumenici “’o sposo e pure a mammarella ‘u sposo”
Da facebook




Questo video  ricorda  Concetta agli inizi della della sua carriera
Il secondo video Sempre Concetta Una Concetta diversa
Gli affari andavano bene
 Ogni sposa che spendeva da lei, il giorno del matrimonio le avrebbe
regalato la marcia nunziale cantata da Mario Merola. e questo era il suo regalo.

Ciao Concetta  ora stai in un mondo migliore, ma qui a Caserta
nessuno ti dimentica mai sei stato un mito



Concetta Mobili - Saluti ai carcerati
Caricato da Gabridannunzio. - Stagioni complete e singoli episodi online
Che personaggio! Sei una grande concetta


Mario Merola e Concetta Mobili
Caricato da Trashopolis. - Guarda altri filmati divertenti
(Che tragedia che è sta canzone)

Alla fine questa trasmissione pubblicitaria durava più di un'ora
Concetta aveva scoperto che sarebbe stata anche una brava attrice e cosi insieme a Mario Merola
la trasmissione si chiudeva sempre con una sceneggiata. Insomma, una pubblicità che diventò col tempo una vera trasmissione televisiva,
La vita ci propone grandi menti, filosofi, pensatori, storici, scrittori, eroi insomma nel "cesto" della vita i frutti ne sono tanti  e tutti insieme formiamo la catena umana e nel cesto c'è frutta per tutti...guai se non fosse cosi il mondo sarebbe una grande noia.  Ci sono piccoli personaggi che a modo loro scrivono la loro storia piccola ma intensa e  anche Concetta Mobili ha scritto la sua.


PERLE DI TRASH: ARREDARE LA CASA DA “CONCETTA MOBILI”.

6 commenti:

  1. Bellissimo questo post. Mi ha ricordato l'era delle tivu locali ruspanti ed agli esordi. Anche qui nella mia zona son nati personaggi "da mito" come Concetta-mobili". Non è passato tanto tempo e invece ...sembra un'eternità!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Rosy , curioso questo personaggio , molto passionale e simpatico . Sicuramente molto amata dai suoi conterranei per il modo di comunicare immediato e spontaneo ,sincero(sembrerebbe)e scoppiettante come i fuochi d'artificio.

    Un abbraccio Rosy cara e saluti a tutti!

    RispondiElimina
  3. E' vero Sandra l'era delle TV locali
    quelle ruspanti come le chiami tu hanno creato dei veri personaggi
    Il tempo è relativo tutto è relativo su questo mondo
    ciao

    RispondiElimina
  4. Paoletta, personaggio vero ruspante e sanguigno
    Concetta mobili è indimenticabile
    Un bacione
    un abbraccio circolare alla tua famiglia.

    RispondiElimina
  5. Ciao Rosy,
    non ci conosciamo ma non ho resistito dal passare a farti gli auguri di Buon Compleanno. Arrivo dal blog di Paola. Se ti fa piacere, c'è un piccolo presentino per te sul mio blog. Buona domenica e felice compleanno. ^___^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...