mercoledì 11 agosto 2010

Grazie Rosalba



Diciamo che sono  stata la prima commentatrice del blog Crescere Creativamente
( un piccolo clic e troverete il blog di Rosalba e  la nostra foto ricordo)
Blog che mai più ho lasciato per gli argomenti interessanti  che Rosalba tratta.
Ieri ci siamo conosciute di persona con suo marito Gianni.
Avremmo voluto ospitarli anche a dormire, ma per mancanza di posto
non abbiamo potuto farlo e ci siamo dispiaciuti
Ma Rosalba mi ha promesso che verrà a Caserta e avrà a disposizione due case
quella di Laura e la mia.
Devo dire che quando il virtuale diventa realtà è troppo bello, solo allora ti rendi conto
che in questo mondo si incontrano persone stupende che mai avresti incontrato
Grazie ancora Rosalba e un grazie anche  a internet, che non è poi cosi nero come si dipinge.
La cosa bella è che quando il virtuale diventa realtà, e come ci si conoscesse da tempo e si parla con la stessa confidenza che nasce attraverso il blog.
Insomma tutto è  stato bellissimo, devo dire che anche la mia famiglia son rimasti tutti contenti di te  Rosalba  e di Gianni, anche la zia di Giancarlo che hai conosciuto sul mare quella del paese del tuo papà se ho capito bene  Bacionissimo
PS la zia di Giancarlo sempre quella che hai conosciuto sul mare, mi ha invitato a casa sua perchè vuole aprirsi un blog, vedendo noi due la cosa ci è piaciuta assai e la intriga.


La bottiglia di Mirto che Rosalba mi ha regalato e ha anche portato le caramelle per i bambini.
Io non ho preparato nulla per lei, eppure, non è nel mio carattere.
Rosalba,  sta certa che mi rifarò quando torno a casa.
(Nell'immagine Rosalba sul mio lettino  e Stefania che guardano il blog di Rosalba

15 commenti:

  1. Tra i commenti sporadici del primo periodo di vita del mio blog, arrivarono i tuoi commenti interessati e competenti, proponendo e dando voce al punto di vista dell'alunna (come spesso ti sei definita)
    E' stato un completare i miei articoli portando anche un contributo di contenuti che a volte a me era sfuggito.

    Non è cosa comune sul web.

    Ma non è per questo che ho cominciato a volerti bene: sono state le tue qualità umane, la tua ironia anche nel raccontare la tragicità di alcuni eventi, il tuo saper essere vicina nella sostanza e mai nell'apparenza di una fugace visita fatta tanto per fare.

    GRAZIE

    Rosalba

    RispondiElimina
  2. Ragazze mie che bella storia!
    Son molto contenta...magari prima o poi capita anche a me.
    Ciao e bentornata!!!

    RispondiElimina
  3. Queste sono le cose che è sempre bello leggere queste emozioni.
    Tutti noi abbiamo cominciato in punta di piedi poi piano piano troviamo sempre della brave persone che ci aiutano e alla fine arrivano le grandi soddisfazioni.
    Buona giornata a te cara Rosy, ti lascio il mio tipico abbraccio forte forte, Tomaso

    RispondiElimina
  4. Che emozione che deve essere stata conoscere dal vero Rosalba, queste amicizie quando diventano realtà sono sempre belle. Rosalba ti ha descritta bene, tu si che sai essere una buona e sincera amica.
    Un bacione, Viviana

    RispondiElimina
  5. Cara Rosalba grazie è bello quello che dici di me.
    Le mie qualità umane e la mia ironia nascono da un forte amore per la vita e per il mio simile, in lui ritrovo la parte più nascosta del mio animo.

    Non mi è mai piaciuto fare le cose tanto per farle e tu insieme ad altri amici del blog l'avete capito.
    Il fatto di essere stata capita per me è una grande gioia.

    Un bacione ciao

    RispondiElimina
  6. Cara Sandra, vedrai che prima o poi succederà anche te di incontrare qualche amica del blog ed è bellissimo.
    Scusa se non visito ma ogni commento mi ci vuole una buona mezz'ora.
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Tomaso in punta di piedi si entra nei cuori
    un bacione grande
    ciao

    RispondiElimina
  8. Cara Viviana,l'incontro con Rosalba è stato meraviglioso, l'impressione che si ha e come ritrovare una vecchia amica, abbiamo parlato un pochino del blog e di voi tutti, insomma Viviana è una bellissima emozione, anche se a dire il vero gia sulla vecchia piattaforma di diablogando due sorelle sarde mi vennero a trovare e furono per una settimana mie ospite.
    A te va tutto bene?
    Un bacione a mao e a te senza dimenticare molly.

    PS speriamo che adesso questo commento parti...

    RispondiElimina
  9. Cara Rosaria, ho già commentato questa mattina da Rosalba e poi ne abbiamo parlato in posta elettronica. Sai benissimo quello che penso e provo per te e per Rosalba.

    Non sto qui a ripetermi. Dico solo che incontrare persone meravigliose come voi due è una fortuna.

    Un abbraccio a entrambe.
    annarita

    RispondiElimina
  10. Cara Annarita, possiamo dire che siamo state fortunate tutte e tre
    Io sono orgogliosa delle mie insegnanti
    con Rosalba studio le primarie e con te
    le medie la più fortunata come vedi sono io.
    Da voi ho imparato tante cose e vi voglio bene
    Un abbraccio dalla Sardegna.

    RispondiElimina
  11. Cara Annarita ti abbraccio anche qui da Rosaria ... un abbraccio circolare come ripeti anche tu

    bacini

    RispondiElimina
  12. Cara Rosalba, e io ricambio anche qui.

    Bacioni.

    RispondiElimina
  13. Belle storie possono nascere anche sul web,equesta stupenda amicizia ne è testimonianza:A trosalba e Rosy i miei saluti ferragostani e tutta la mia simpatia.Ciao

    RispondiElimina
  14. Quando l'uomo è afflitto da mali su di sé o sui suoi cari, si accascia e il suo capo è come impietrito ed è rivolto a terra. Mani fra le gambe e i suoi pensieri vagano inutilmente cercando spiragli. E poi egli trova la forza di reagire e alza il capo guardando in cielo, come nel giorno di San Lorenzo, chissà una delle stelle cadenti è quella giusta per lenire i suoi dolori, per salvare di lui chi è in pericolo di vita.
    Questo è un primo vago passo, vago e privo di contenuto, ma molti ci provano non riuscendo a fare di più. É la "strada larga", si potrebbe definire, ma occorre saper inforcare la "strada stretta" che non si trova in cielo ma qui in terra, la stessa della fissità del primo momento dell'accasciamento. Erroneamente la religione porta a collocare Iddio in cielo e alziamo lo sguardo in alto per pregarlo. Ma il giusto cielo è la nostra interiorità, è il cuore dove egli si trova, a volte molto, ma molto in profondità perché oppresso da cumuli di desideri che mai si avvereranno, e giammai a San Lorenzo. Se si consulta la Bibbia vediamo che è la terra la Casa di Dio, il suo altare è fatto di pietra e le sue leggi, il decalogo, è inciso sulla pietra. E se la pietra è presa come simbolo ed emblema vuol dire che essa stessa è l'oggetto della nostra vera attenzione. La pietra è ogni uomo che porta in sé il suo creatore. Ecco verso chi porta la "strada stretta", specie se l'uomo ha bisogno di noi per esistere, allorché è malato o addirittura morente.
    Ho dedicato la mia vita, quella che ha preso coscienza di questo compito supremo, per scrivere cose sorgenti dalla mia mente e dal mio cuore, per far sì che altri le leggano e chissà in qualche modo ne traggono beneficio. Non ho saputo e potuto finora fare di meglio, oltre quello di essere un buon papà tutto per la famiglia. Ma come si fa a stabilire il meglio se questo dipende dai "talenti" che ci vengono dal momento in cui nasciamo? Ad ognuno il suo meglio. A volte peggio purtroppo.
    Grave sarebbe per un erudito con somma intelligenza - mettiamo -, trastullarsi a cogliere solo applausi e vivere di allori, ma solo per sé e nulla neanche per un mendico che gli tende la sua mano!
    Sto portando avanti un bel saggio che da diversi giorni polarizza la mia attenzione e so che distoglierla mi allontana dalla fonte. Al momento sgorga copiosa e so che poi cessa. E così è stato innumerevoli volte, ma non potevo non scrivere questo commento per due care amiche, Rosaria ed Annarita che hanno fatto porre l'attenzione sul caso di Augusto Odone e Michaela Teresa Murphy, i genitori del povero Lorenzo afflitto da un male incurabile. Essi non riuscirono nell'intento di sconfiggere il male del loro ragazzo, purtroppo morto a trentanni, ma la loro tenacia ed abnegazione li portò a fondare il "Progetto Mielina". Una cosa davvero mirabile.
    Ed allora perché non provarci anche noi, ognuno secondo i nostri "talenti". Come?
    Dobbiamo essere degli scienziati per questo scopo, occorre veramente "inventare".
    E San Lorenzo e le stelle? Non certamente quelle del cielo in verità ma quelle che ci piovono intorno fisicamente, come Annarita per te Rosaria per la quale porti tanta venerazione, ma ve ne sono altre, eccome!

    Gaetano, che ti saluta:
    un'altra stella cadente?

    RispondiElimina
  15. Ciao chicchina, come stai?
    Si è vero questo veicolo da tante belle cose, e mi ha dato anche te e tanti altri che resterete sempre nel mio cuore.
    Buon ferragosto a te e famiglia
    Bacione.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...