venerdì 26 febbraio 2010

Tramonto.

Ogni tramonto
un po di vita
si porta via
Nello sguardo
ancora pieno di sole
ma sulla pelle già
le ombre della notte
Ogni parola
di sera si sussurra
e senza troppo rumore
ogni tramonto
un po' del
nostro respiro
si porta via.

20 commenti:

  1. Corta ma bella questa poesia, complimenti cara Rosy,
    un abbraccio,
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. I versi,belli e spontanei,rendono più dolce ogni cosa.
    Un saluto carissimo,per farti sapere che non mi sono scordata,ci sono sempre.
    Bacioni

    RispondiElimina
  3. Una bella riflessione dettata da un momento magico come quello di un tramonto. Ciao Rosy

    RispondiElimina
  4. Grazie tomaso, sempre gentile
    Ti abbraccio
    ciao

    RispondiElimina
  5. chicchinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    che bello leggerti
    insomma quad'è che ritorni?
    Spero che tutto va bene, in ogni senso...
    Un bacione grande
    Saluti a casa.

    RispondiElimina
  6. Angelo, questa riflessione la scrissi cosi di getto mentre guardavo l'orizzonte.
    Ciao Angelo.

    RispondiElimina
  7. Hai ragione, Rosaria. Il tramonto incarna, infatti, la metafora della vita che volge alla fine...

    Si rinviene un'atmosfera languidamente e sottilmente decadente nei tuoi versi.

    Brava.

    Un abbraccione.
    annarita

    RispondiElimina
  8. Già è per questo che preferisco l'alba...
    Bella e complimenti per l'intensità delle parole.
    Un caro saluto Rosy, Roberta.

    RispondiElimina
  9. Cara Rosy ti lascio solo un saluto perchè come sai già, io sono la negazione in persona con poesie e affini. Un bacio, Viviana

    RispondiElimina
  10. Annarita, il tramonto è un giorno che se ne va e con lui va via un po di noi. tra un'alba è un tramonto raccontiamo le nostre storie.

    Grazie per il brava.
    Sogni dorissimi!
    Bacione.

    RispondiElimina
  11. Roberta, capisco che ami l'alba, ma dopo di lei viene sempre il tramonto,e non saranno mai gli stessi.
    Un bacio ciao.

    RispondiElimina
  12. Cara viviana, non credo a questa tua negazione per versi e affini...

    Anch'io ho delle avversità che tu non hai...i cani e ai loro baci.

    Un bacione ti
    auguro una buonanotte!

    RispondiElimina
  13. Oggi è giorno di festa"!
    Riporto qui il commento fatto per il post di Teoderica, come suggellare un legame... Vedi qui.

    Abbracci, Gaetano

    Cara Paola,

    «...poi li devo pubblicare quando sento che è venuto il momento, mi piace da matti pensare di lasciare accadere le cose così per caso, mi piace pensare che le cose accadano come vorrebbero loro, ma tu questo lo sai già...».

    Era giunta l'ora dei "Bambini Indaco" e se è parlato a iosa, chi per un verso e chi per un altro. Non importa adesso capirli perché occorre essere bambini e se lo abbiamo in noi, questo basta senza tanti perché. Senza contare la raccomandazione di Gesù di essere come loro perché appartengono al regno dei cieli.

    Mi hai dedicato anche la poesia di Roberto Piumini che di bambini ne ha fatto una religione da seguire. E poi ci hai anche azzeccato nel dedicarmela perché é di Edolo, dunque un bresciano... GRAZIE ancora!

    La storielle del "bambino" PUNTO è simile alla mia STORIELLA CHE PREFERIVA RESTARE ANONIMO, presentata tempo fa da Annarita su Matematic@mente e pubblicata sul mio sito - vedi qui.

    La differenza fra le due storielle - che in intimamente non c'è - è che lo ZERO, espressione numerica, riguarda il pianeta terra, quindi la materia di cui l'uomo è fatto; il PUNTO, che si lega anche ai numeri ma appartiene alla parola discorsiva, alle lettere. Il PUNTO, perciò è l'alito divino che il creatore introdusse nell'uomo fatto di fango e così cominciò a vivere.

    Dice Piumini che il PUNTO FINÌ CHE PERSE TUTTO ALLA CANASTA: DIVENNE PUNTO E BASTA.
    Stolti a pensare male del PUNTO! Il PUNTO, da quel momento in poi e per sempre, fu immortalato e divenne PUNTO DI RIFERIMENTO. Come nel mito molti personaggi celebri ebbero poi come sede il cielo, ottenendo di essere stelle, così il PUNTO è come fosse la stella POLARE tenuta sempre d'occhio dai naviganti soprattutto.

    Quante coincidenze perché si avverino le cose, e così «...sento che è venuto il momento, mi piace da matti pensare di lasciare accadere le cose così per caso, mi piace pensare che le cose accadano come vorrebbero loro...»!

    La poesia del redivivo amico fraterno Paolo Zanata: "Stella Polare"

    Stella Polare
    Guida volo silente
    Fenicotteri
    Chiarore argentea
    Luna su ali rosa

    E poi sull'altra stella, il SOLE che è il riferimento diurno, l'amica Maria Rosaria Dilella di Caserta come me, con la poesia "Tramonto"

    Ogni tramonto
    un po di vita
    si porta via
    Nello sguardo
    ancora pieno di sole
    ma sulla pelle già
    le ombre della notte
    Ogni parola
    di sera si sussurra
    e senza troppo rumore
    ogni tramonto
    un po' del
    nostro respiro
    si porta via.

    Nota il nome del blog di Rosy che fa pensare: IN PUNTA DI PIEDI. Quasi a legare l'uomo alla terra. Come a tranquillizzare il poeta in Rosy che i suoi BAMBINI non li perderà mai e poi mai: sono lì nel SOLE e al mattino li rivedrà cresciuti.

    Buon mattino,
    Gaetano

    PS
    Precedentemente valeva la canzone di Nilla pizzi, GRAZIE DEI FIOR, ora ben venga la nostra, e di tutto il mondo, O SOLE MIO! Che non tramonta mai...mai.

    RispondiElimina
  14. Il tuo animo poetico è da sempre che esiste in te, sai come farlo venir fuori e renderlo riconoscibile anche per le cose più semplici e naturali.

    RispondiElimina
  15. Ciao Rosy, una buona serata e buona domenica.
    Vivi & Mao

    RispondiElimina
  16. Caro Gaetano, ho letto il tuo commento e sono andata a visitare il link da te consigliatomi
    e per questo ti ringrazio molto.
    I tuoi pensieri sono sempre cosi ricchi, che non si può non ringraziarti.
    Ti abbraccio e buona Domenica..

    oggi Caserta è stata baciata da un sole primaverile.
    Ciao.

    RispondiElimina
  17. Caro Aldo, il poeta sei tu, che ci racconti tante belle cose, sai far diventare una passeggiata un poema.
    Buona Domenica, ciao

    RispondiElimina
  18. Viv, bacio e buona Domenica a te e Maurizio..
    Oggi da noi c'era tanto sole.
    Ciao ragazzi.

    RispondiElimina
  19. Ciao Rosy!!! Prima di tutto buona domenica e complimenti per i versi , spontanei , semplici ma intensi . Che dire poi del sole di cui, noi meridionali, non possiamo fare a meno? Il sole è vita e calore che si rinnova ogni giorno , e il tramonto l'esatto contrario .Per questo rimaniamo incantati di fronte a tale spettacolo ma malinconia e commozione pervadono il nostro animo.
    Ciao carissima

    RispondiElimina
  20. Cara Paola, buona Domenica anche a te
    mentre stavo da te tu stavi da me.
    Tra l'alba e il tramonto scriviamo le nostre piccole storie, che il cielo conserva.
    Un abbraccione!
    Ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...