domenica 4 ottobre 2009

Storie strane ma vere!


Quando mio figlio Luca era piccolo, che mi ha fatto passare, non voleva mai mangiare.
Era magrissimo, non sapevo più che cosa inventarmi.
Certe volte l'ho portavo giù in cortile e mentre giocava gli mettevo in bocca una polpettina, nascondevo il tegamino in una busta e ogni tanto ne tiravo fuori una e lo imboccavo.
Un giorno, gli preparai la pasta, e mi disse che voleva il riso, feci il riso, e disse che voleva gli gnocchi, con una santa pazienza, feci immediatamente gli gnocchi, quando furono pronti li guardò e mi fa non li voglio.
Strillai e dissi...Laura, chiama a telefono Marianna quella con il cappello largo largo che ruba i bambini che non mangiano per fare la cosa esatta buttai li un numero e dissi scrivi questo numero. Laura lo scrisse e fece finta di telefonare


Verso sera, passata la bufera mi venne un'idea, Laura,prendi il numero che ti ho dato vediamo se esiste.
Facemmo il numero e suonava libero andai sicura, tanto pensavo... se mi rispondono avrei detto Marianna? Quella avrebbe detto ha sbagliato e tutto si risolveva.
Dall'altro lato del filo mi arriva una voce femminile, che fa pronto! Marianna? dico io e la voce mi fa...Si chi è? Guardo mia figlia copro la cornetta e faccio, Laura questa si chiama Marianna e mo che faccio? Mia figlia mi guardava e non mi rispondeva...a quel punto dissi Sono Rosaria, pensai mi dirà ha sbagliato invece la voce ANCORA mi fa...Rosaria ti sto aspettando quand'è che vieni?
E no a quel punto mi fermai, presi respiro e con molta calma e gentilezza dissi...
Signora, noi non ci conosciamo, è uno sbaglio adesso le spiego, però la prego di non prendermi per pazza.
La signora ancora più gentile di me mi invogliò a parlare...e cosi le spiego che mio figlio il piccolo non vuole mangiare per farlo mangiare l'avevo minacciato di chiamare Marianna con il cappello largo che ruba i bambini..la signora che fino ad allora si era mostrata comprensiva... quando senti Marianna con il cappello largo largo...dall'altra parte mi arrivò una scarica di parolacce...
Vi dico solo il finale...signò ma va fa... avete capito!




@@@@@@@@@@@@@@


Il primo figlio era molto bravo a fare scherzi , ve ne racconto uno. Un giorno suona il telefono di casa va a rispondere Laura e mi dice che a telefono c'è il segretario del vescovo
Potete immaginare la mia meraviglia il segretario del Vescovo? vuole parlare a me?
Vado a telefono titubante ma una voce molto gentile mi fa... Buonasera signora sono il segretario del Vescovo attendi in linea... Dopo un po una voce molto importante e gentile mi dice Cara signora P buonasera sono il Vescovo di Caserta, non è uno scherzo, mi creda, io veramente ci credetti e dissi timidamente.... mi dica sua eccellenza quale onore.
Signora mi stia bene a sentire sto facendo direttamente un sondaggio di tutte le famiglie di Caserta per parlare delle difficoltà dei giovani, perchè i ragazzi vanno seguiti amati e sopratutto aiutati, anche economicamente,per evitare di farli cadere vittime della droga e di tante altre cose.
Vescovo-Lei ha figli?
IO-Si tre
Vescovo-Bene, bene brava! cosa fanno i ragazzi?
IO- Studiano
Vescovo-Bene, bene e da una piccola somma di danaro ai suoi ragazzi?
Per evitare che prendano brutte strade...
IO-Certo che ci diamo la paghetta ma non troppo
ci sono anche altre spese...
Vescovo-Lei signora non deve badare alle spese, per adesso
deve pensare solo a sostenere i ragazzi, onde evitare
che possono prendere strade sbagliate,
ho molto a cuore la gioventù casertana e ho tante idee per loro.
Mi dica, mi dica cara signora, quanto da di paghetta ai ragazzi.?
IO-Al primo le diamo 50 mila lire al mese ma ha solo 18 anni,
alla seconda 30 ma ha solo 16 anni e poi c'è l'ultimo
che ha 4 anni.
Vescovo-Bella famiglia, complimenti! però cara signora, la paghetta è troppo poco
Al primo deve dare almeno 100 mila lire al mese
alla seconda 50.
Io-Vescovo, ma vanno a scuola, ci sono le spese dei libri,
qualche volta anche qualche doposcuola.
Alla fine della telefonata, oramai convinta dal Vescovo
promisi che avrei dato qualcosina in più
Il vescovo mi chiese se andavo a Messa perchè vede signora la messa è importante, poi altre cose...e prima di chiudere il telefono mi benedisse anche e non dimentichi carissima signora di aumentare la paghetta..specialmente al primo figlio, perchè 18 anni è l'età del pericolo.


A cena raccontai che il vescovo di Caserta stava telefonando a tutte le famiglie perchè voleva stare molto vicino ai giovani,mio marito ascoltava e mi fa... Maria! ma stai scimunendo ? il vescovo telefonava a te ma statti zitta....
Davide che stava a tavola, ascoltava e seriamente disse ...papà perchè dici queste cose, il vescovo nuovo è una persona veramente che ama i giovani e sta facendo tanto per noi.
Per carità non perchè voglio essere aumentata la paghetta mensile sia ben chiaro, ma tanto per informarti... il nuovo vescovo è veramente interessato ai giovani
Angelo-Veramente? allora perchè la paghetta non ve la da lui?


Alla fine del mese, demmo le solite 50 mila lire a Davide che mi guarda e fa...stai peccando hai promesso al Vescovo che mi avresti dato qualcosa in più.
Questo mese non è cosa...risposi
Dopo circa un'anno venni a sapere che il Vescovo era mio figlio, insieme agli amici del liceo avevano progettato questo scherzo non solo a me ma a tutte le loro mamme.
L'idea era partita da mio figlio.
Dopo i birbanti ci hanno raccontato che
sono stati per una settimana a ridere alle nostre spalle.
E ti credo...ci benedissero pure...

17 commenti:

  1. Due storie davvero gustose per iniziare bene la giornata.
    E poi ti dico c'è per te un premio o due su
    http://premi-mondodipaola.blogspot.com
    Un lieto buongiorno

    RispondiElimina
  2. Mitica Rosy!!
    Esilaranti entrambe. Queste sono le marachelle più belle. Su quale ora si può ridere

    Buona settimana carissima rosy

    RispondiElimina
  3. ah la marianna che la va in campagna ...da noi c'è una canzoncina...ehhehh

    RispondiElimina
  4. mi hai chiesto del regalo , si si glielo fatto domani compie gli anni ci scambiamo le fedine che ti pare??

    RispondiElimina
  5. 'Sti figli!! Ma guarda un pò che ti combinano...Ciao Rosy, passo poco perchè sto avendo una crisi da blog...stammi bene!

    RispondiElimina
  6. Se ci fosse un premio da dare non so a quale dei due ricordi lo darei. Quello di Marianna sembra quasi inverosimile, quello del Vescovo dimostra l'arguzia e la sagacia dei ragazzi.

    RispondiElimina
  7. Stupendo lo scherzo che ti ha combinato il figlio. Se non altro ha molta inventiva.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. La prima storia sembra inverosimile...Mi sono divertita un mondo a immaginarti al telefono con Marianna...

    E tuo figlio Davide, che fantasia e intraprendenza! Due storie gustosissime che fanno...buon sangue!;)

    Un abbraccione
    annarita

    RispondiElimina
  9. Ahahahahahah|||Due storie simpaticissime ...con tutte le cose che ti sono capitate avrai certamente tanto da raccontare ai nipotini , quando saranno grandi!!!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  10. Mi dispiace per il carattere della Marianna che ha risposto al telefono: è stata veramente maleducata. Tuo figlio, invece, è molto simpatico ed anche abile a trovare uno scherzo ion cui sei caduta. Bacio, Rosina.

    RispondiElimina
  11. Paola, è vero a distanza di tempo diventano sempre più divertenti
    Un bacione Paoletta, ho ritirato i premi ma non so dove inserirli.
    Con calma vedrò e qualcosa farò
    Grazie, sempre!

    Rosalba, non sono mitica io e che le cose strane mi son sempre successe.
    Forse sarò strana io bho!
    Un bacio.


    Bruno, anche da noi si canta la marianna che la va in campagna
    Ciao bruno.

    Marianna, auguri di nuovo e che possa il vostro amore crescere in "salute"
    Un bacio.

    Angelo, che ti succede sei stanca del blog? Riposati un poco e vedrai che la crisi passerà
    Stammi bene
    A presto.

    Aldo, il premio lo darei ai ragazzi... Luca dice che Marianna somiglia allla vincita del super-enalotto, ha ragione.
    Ciao Aldino.

    Massimo, mio figlio aveva tanta inventiva, combinava scherzi a tutti.
    ciao.

    Annarita, non la racconto mai a nessuno, proprio perchè è inverosimile...ma è vera, ci fu un attimo che mi sentivo di non far parte più di questo mondo...fu tremedo...la storia non è che finisce qui...Davide sempre lui accompagnato da Laura, richiamarono marianna e Davide si presentò come cappellaio..povera marianna anche se non la conosco..

    Ti abbraccio.


    Paola mi fa piace che ti sei divertita, anche noi a distanza di anni ridiamo ancora...ho visto il nuovo vestito del tuo blog...mi piace, complimenti!
    faccio un saltino da te.

    Antonella,povera marianna, e povera me...che non sapevo più cosa fare e che dire.
    Mio figlio è simpatico questo si combinava scherzi a tutti.
    Un bacione.

    RispondiElimina
  12. Ciao Rosy, tantissimi auguri di buon onomastico.

    RispondiElimina
  13. Stella, grazie di cuore, per gli auguri molto graditi
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  14. Lo scherzo di tuo figlio è davvero grande ^___^
    Continua a scherzare cosi? :D
    Ciao cara Rosy,
    Lara

    RispondiElimina
  15. La mia nipotina Laura, è tra noi. Sono contenta che ti sei decisa ad aprirti un blog.
    Benvenuta! e un bacione...vengo da te.

    RispondiElimina
  16. Lara, un bacione e grazie del tuo invito all'allegria.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...