sabato 18 luglio 2009

Come e perchè mi accostai al blog


Tre Febbraio del 2002,mi alzo, come tutte le mattine, prendo il caffè, butto giù qualche rigo, insomma, una mattina, come le altre.
Sotto la doccia, programmai la giornata, prima cosa da fare era di uscire, andare per negozi per comprare un bel regalo a mia figlia. Laura, il giorno dopo, avrebbe festeggiato il suo compleanno.
Desideravo comprarle un bel regalo, doveva essere bellissimo! non era neanche un anno che si era sposata, nel mese di Giugno del 2001, a distanza di pochi giorni, si sposaro i miei due primi figli. All'improvviso la casa si svuotò, c'erano momenti che, la loro mancanza fisica era dolorosa e piangevo in silenzio.
Tra noi c'era un buon rapporto,per anni si erano condivise tante cose, tanti discorsi, e anche tanti scontri che, poi, finivano. tutti e due si sono laureati nel 2000, dopo un pò arrivano i matrimoni.
Guardai l'orologio, era tardi, scacciai ogni amaro pensiero e mi affrettai ad uscire Non so in quanti negozi entrai, non trovavo nulla che mi piacesse in modo particolare, cercavo un qualcosa di originale.
Luca, all'epoca frequentava lo scientifico, sapevo che quella mattina c'erano delle ore di sciopero, fortuna volle che ci incontrammo.
L'invitai a venire con me, anche per avere un suo consiglio sul regalo da compare e accettò
Camminavamo l' uno accanto all'altro, stavamo attraversando la strada insieme quando una macchina facendo retromarcia finisce sul mio piede sinistro e solo grazie a Luca che mi mantenne non caddi, perché mi poteva andar peggio.
La ragazza che guidava, non capendo cosa era successo scese dalla macchina, per venirmi ad aiutare, mentre il mio piede stava sempre sotto la ruota. arrivammo al pronto soccorso la diagnosi - frattura scomposta, insomma piede rotto.
D'istinto firmai e tornai a casa, non mi fidavo dell'ospedale, tutti parlavano di operazione. A casa chiamai l'ortopedico B, bravissimo! che lavorava e lavora in ospedale, andò di persona al pronto soccorso per vedere con i suoi occhi la radiografia.
Mi consiglò il ricovero e cosi, per la prima volta varcai su una sedia a rotella, una corsia d'ospedale come paziente.
Il primario del reparto di ortopedia, in un primo momento mi disse che il piede andava operato, la mattina dopo, cambiarono idea, non mi operavano più!
Il dottor B, mi spiegò, che mi avrebbero solo ingessata per frenare le fratture, che si sarebbero ricomposte da sole...signora in questo piede ci vorrebbero cinque ferri, il problema non è l'operazione, ma questa, non ci da la garanzia che dopo camminerete bene.
Se fate come vi dico io vi assicuro che camminerete. Dopo l'ingessatura tornai a casa con divieto assoluto di mettere il piede a terra.
Mia cognata Lina, tutte la mattine stava da me e mi diede un grande aiuto, come tutta la mia famiglia.Luca, sapendo la mia passione per gli scacchi, per aiutarmi a passare il tempo, mi fece l'iscrizione su scacchisti .it e mi spiegò come fare , mio genero mi diede la posta elettronica del suo server e fu cosi che mi accostai al pc che tanto odiavo.Inutile dire che ero imbranata, non avevo mai scritto neanche su una macchina da scrivere, la tastiera del pc che fatica, è stata per molto tempo la mia nemica...
Dopo buoni 15 giorni,che giocavo a scacchi, scopri che l'avversario mi salutava, ma io non rispondevo mai a nessuno, non per cattiva educazione ma per colpa della tastiera che non sapevo usare.


Un giorno chiesi a Luca che mi sarebbe piaciuto leggere il blog di Beppe grillo ma non sapevo come fare. Luca, mi aiutò e fu cosi che scopri che ci stavano tanti blog. Curiosa di conoscere, un giorno approdai su diablogando, lessi alcuni post e zitta zitta col cuore che mi batteva, mi iscrissi, senza alcuna cognizione di quello che dovevo fare e di come andava fatto.
Sempre Luca, mi spiegò tutto, cosi una mattina scrissi il primo post, dopo un po mi arrivò il primo commento "Benvenvenuta tra noi".
Non risposi, rimasi di sasso tanta fu la sorpresa, apettai Luca che poverino, mi accontentava sempre, cosi mi fece vedere come rispondere ai commenti.
Arrivò il giorno di togliere l'ingessatura, il piede era debole, affrontai le varie fisioterapie,ma per quasi un anno camminai zoppa.
Questo, mi buttò letteralmente giù, cosi con tanta forza di volontà tutte le mattine andavo al parco della Reggia, seguendo il mio istinto cominciai a camminare e riabilitai il mio piede, dopo un anno vidi i risultati CAMMINAVO BENE!
Però, d'allora, non posso più portare una scarpa elegante, come scarpa compravo sempre i decoltè con il mezzo tacco, che tanto amavo ed amo. Sul tacco ci camminavo benissimo!
decoltè marroni, bianchi, neri, abbandonati, ma mai dimenticati. Contro la mia volontà iniziai ad indossare scarpe da ginnastica, e quanto costano? Anche se cammino beninissimo, comunque, è sempre un piede che mi da sempre un pò di fastidio. Dalle scarpe di ginnastica e arrivare ai pantaloni il passo era obbligato. Pensare che ho sempre odiato indossare pantaloni Amo l'eleganza delle gonne, dei vestiti che fasciano il corpo e amo le mie scarpe col tacco, a tutto questo ho dovuto dire addio. Comunque questo è l'ultimo mio pensiero, l'importante che cammino bene! Volendo posso sempre dire che vesto sportiva, mettiamola cosi
Il 3 Febbraio del 2002-sembrava una mattina come le altre e invece NO!
Questo, è il motivo per cui mi son trovata ad accostarmi al pc e di conseguenza ad avere un blog. Convinsi anche mia cognata ad aprirsene uno e lo fece, adesso ha un bel blog dove scrive "solopoesie"
Perché sto ancora qui? Bella domanda! che molto spesso da sola mi faccio!
Perché sto ancora qui???? E che attraverso il blog ho conosciuto tante belle persone, che non voglio perdere, mi piace camminare con loro in questo mondo, anche se virtuale.
Buon fine settimana a tutti!
A proposito, qui da noi sta iniziando a piovere e tira un ventaccio!




14 commenti:

  1. Qui a Roma invece fino alle 7 di stamattina solo nuvole minacciose poi appena un'ora dopo sole, sole e solo sole con un venticello piacevole giusto per abbassare un poco la temperatura.
    Da quello che ho letto ho capito che sei una veterana del blog e del pc e che sei molto brava.
    Con tua cognata "solo poesie" ci siamo scambiati qualche piccola cosa.
    A proposito: mio figlio,fisioterapista, ha due figlie femmine la più piccola di 13anni si chiama Laura.

    RispondiElimina
  2. Aldo, mi fa piacere questo vento, magari durasse!
    Luca un'ora fa è partito per Roma, dice che c'è un concerto, e sarà ospitato da amici che abitano a Piazza Navona.
    Si,sono entrata in questo mondo e non ne sono uscita più!
    per natura non amo fare sempre le stesse cose, e non sopportavo, di restare incollata a leggere post, dentro di me mi ribellavo...
    ma sono ancora qui!
    Bel nome Laura, il nome di mia mamma e di sua nonna materna.
    Da noi il nome Laura, è una tradizione di famiglia.
    Ciao, aldo.

    RispondiElimina
  3. la tua storia e molto emozionante. anche qui piove. bacio

    RispondiElimina
  4. Capperi che amici che ha Luca, abitanti addirittura a Piazza Nabona, il centro del centro di Roma. d'Italia e del mondo.
    C'è nata mia moglie nel 1928.
    Credo che Luca sia andato all'ippodromo Capannelle, estrema periferia di Roma, dove stasera c'è un concerto di Caparezza.
    Vuoi sapere cone faccio a saperlo? La mia nipotina più piccola di 13 anni mi ha chiamato sulla chat di Messenger e mi ha salutato dicendomi che doveva andare con tutta la famiglia proprio a quel concerto.
    Chissà, può darsi che sia proprio quello il concerto di cui parliamo.

    RispondiElimina
  5. Wowowowowow!!!
    Era un pò che non ti facevo visita e qui è cambiato tutto... anche tu??? Spero tanto di no...
    E' stupendo non solo il cambio immagine... o meglio il ritorno alle origini... ma tutto ciò che ti ha portato ad avvicinarti al mondo web... sei una forza!!!
    Ti capisco benissimo ciò che hai passato con il tuo piede... una cosa analoga è capitata a me (solo che mi hanno operata 2 volte) in viaggio in Africa e ti garantisco che non l'auguro a nessuno ciò che ho vissuto per tornare in Italia...
    Cmq... diciamo che sono rimasti ricordi...
    Anche qui vento forte e pioggia... ma non ha rinfrescato per nulla...
    Beh... ciao Rosy dolce serata un bacione

    RispondiElimina
  6. Antonella, piove e fa anche freddo.
    Adesso è passato tutto diciamo che non tutti i mali vengono per nuocere.
    Bacioni.

    RispondiElimina
  7. Aldo ti farò sapere se è lo stesso concerto.
    Allora tua moglie è nata al centro di Napoli.
    Gli amici di Luca sono di Caserta, ma la famiflia di un ragazzo hanno un appartamento a piazza navona.
    aldo qui fa freddino, sto a maniche lunghe meglio cosi!
    stiamo meglio.
    Salutoni al grande Aldo e complimenti! per la bella storia che ci hai raccontato.
    Un caro saluto da Caserta.

    RispondiElimina
  8. Paola, mi dispiace anche per il tuo piede, meno male che adesso è solo un ricordo sia per te che per me.
    Anche se me mi ha un poco penalizata.
    per le scarpe..è impossibile, indossare un vestito, quando si porta sempre scarpe da ginnastica...qualunque scarpa mi sono comprata, di qualunque somma, hanno fatto tutte la stessa fine, regalate nuove...d'inverno vado uso gli stivali che sono comodissimie cosi posso approfittare ad indossare qualche vestitino...
    Poteva andare peggio.

    Mi fa piacere che il blog ti è piaciuto
    Un bacione e buona Domenica e buona serata si Sabato.

    RispondiElimina
  9. Rosy CIAO
    Anche se sono in vacanza ( e qualcuno mi cede per poco il loro p.c. portatile )il mio pensiero va a voi amici del blog e ne approfitto x augurare anche a te una felice Domenica
    Oggi il tempo è bellissimo , e siamo invitati noi a pranzo da da
    Laura :-))))) e arrivata la sua amica Teresa con le sua famiglia x festeggiare il suo compleanno , e mi godo il mare ...e il pranzo ...finalmente!!
    fammi sapere se ci raggiungi nei prossimo giorni..ti penso sempre con tanto affetto che dirti? sono felice!!! Ti saluto con

    un affettuoso abbraccio...Lina

    RispondiElimina
  10. Ciao Rosy!
    Ho letto ora il post.
    Insomma sei una veterana del web! E per fortuna resisti ancora, così abbiamo tutti l'opportunità di leggere i tuoi bei post!!

    RispondiElimina
  11. Lina, fa gli auguri a Laura da parte mia, sono felice che tutto sta andando bene per te e famiglia.
    Lina, vorrei venire, ma non posso, sai anche il perchè.Angelo non se la semnte di allontanarsi da casa e ne lo posso lasciare.
    Aspetterò il vostro ritorno, e la mattina andremo al parco della Reggia.
    Buona continuazione di vacanza.
    Un abbraccio a tutti!

    RispondiElimina
  12. Angelo, si è da tanto tempo che cammino le strade del web, ho curato sempre con passione il blog.
    Mi piace veramente!
    Il più del tempo lo passo ad imparare.
    Ciao.

    RispondiElimina
  13. Cara Rosy , mi spiace per quello che è successo , ma vedi , molto spesso si chiude una porta e se ne spalanca un'altra .
    Sei anche molto resistente e tenace , visto che sei ancora qui. L'importante è che tu abbia ripreso a camminare bene , e anche se non puoi mettere i tacchi...non importa! Vedi il lato positivo : vesti comoda e sportiva e quindi sarai anche più giovanile .
    Ti auguro una buona settimana
    Paola

    RispondiElimina
  14. cara Paola, adesso è passato, anche se, insomma questo incidente mi ha un poco penalizata...
    l'importante che cammino bene.
    Se tu sapessi, la paura che mi presi, la notte non dormivo mai.
    il dottore aveva ragione
    l'unica cosa è il costo delle scarpe di ginnastica, e quanto costano!
    Un bacione.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...