mercoledì 27 maggio 2009

Mai dire Mai!!

Non e la prima volta che viaggio, ma il pensiero di viaggiare senza mio marito e anche con l'aereo mi sta mettendo un'ansia addosso.
Caratterialmente non sono ansiosa, anzi sono fin troppo calma..ma sto fatto dell'aereo mi sta agitando un poco...alla partenza mancano 10 giorni.
Voi forse non mi credete, ma solo a scrivere aereo sudo fredda...lo so che forse sarà bello, lo so che non morirò, lo so, so tutto, ma e anche la prima volta che prendo l'aereo... pensare che per una vita, ho detto, acchi!! io mai prenderò un aereo ed ero pure convinta.. e invece...
...mai dire mai!

La prima volta che andammo in Francia i bambini erano piccoli.
Angelo, Davide, Laura e io.(in macchina)

Con mio cugino Michel e Laura...

Davide, del 1968
Laura del 1971



Luca, del 1983 

Oggi, mia figlia fa nove anni di matrimonio, stasera con il marito andranno fuori ed io dormirò con i nipotini. L'anniversario del matrimonio di Laura mi ha ricordato il giorno che si sposò, come soffri, e ancora sento la sua mancanza...ma ho pensato anche al mio matrimonio. Cosi ho deciso  di raccontare il mio matrimonio e il viaggio di nozze.  

Prima Parte.
 Il fatto è lungo..


Da noi si usa che il padre benedice i figli il giorno del matrimonio. Non avendo il papà, mi benedisse mio  fratello.


Angelo, mi raccomandò di non fare tardi in chiesa e di essere puntuale... ci mettemmo d'accordo che sarebbe passato sotto la mia finestra, avrebbe suonato il clacson e dopo cinque minuti potevo avviarmi in chiesa...la chiesa stava e sta, nella stessa strada dove abitavo con mia madre.

Il clacson suona, convinta che era lui, dopo cinque minuti come d'accordo mi avviai in chiesa.
Arrivai in chiesa con mio fratello. Scendemmo dalla macchina, tagliai il nastro all'ingresso della chiesa. Al braccio di mio fratello insieme ci avviamo verso l'altare.  l'Avemaria suonava,invitati, amici e il vicinato riempivano la chiesa. al centro della chiesa ci venne  incontro la comarella di matrimonio.   mi sorrideva e parlava, sulle prime  non capivo cosa mi diceva...Alla fine capi...
=comarella Angelo non c'è è arrivata una zia alla stazione, siccome in famiglia solo lui guida- ma verrà subito =.

Alcune amiche di lavoro, avevano avuto due ore di permesso e stavano in chiesa, cosi, mi sedetti nel banco insieme a loro.

 A dire il vero, vissi quel momento con tranquillità, grazie alle amiche che riuscirono con le loro parole a distrarmi .O forse non detti troppa importanza alla cosa boh? Non lo so.
quello che so che oggi avrei voltato le spalle e me ne sarei tornata a casa 

All'improvviso,  fuori alla chiesa, non si capi più nulla, clacson che suonavano, traffico bloccato da un grosso camion che impediva alle macchine di passare, tra queste macchine bloccate, c'era anche la seicento bianca di Angelo.
Gli amici gridavano...Angelo, fai il giro, va di qua, va di la - tutti si improvvisarono vigili e davano ordini a tutti gli automobilisti, pur di far passare la macchina di Angelo, fino a che , un camionista si stufò e mandò tutti a quel paese...metà degli invitati attratti dalle grida lasciarono la chiesa e corsero tutti fuori- In tutto questo casotto-io sedevo tranquillamente nel banco con le mie amiche.Tutto mi appariva lontano, come se il fatto non fosse stato mio...

Ecco di nuovo la comarella di anello venire verso di me sorridente e allegra. Comarella, vieni che Angelo è arrivato, mi fece alzare e mi accompagnò verso l'uscita della chiesa- sulla soglia vedo Angelo tutto sudato, che mi prende sotto il braccio, guarda l'orologio e dice..."Mari, facciamo presto  che stiamo in ritardo"
Vile, tu stai in ritardo. (Solo lui mi chiama Maria. Tutti mi chiamano Rosaria)

Arrivammo sull'altare, dove attendeva il parroco, che tanto si era raccomandato di non fare tardi, alle sei aveva la messa Vespertina.
La prima parola che ci dice don Pasquale, veramente fu una domanda..."vi siete confessati"? La nostra risposta fu- No! Nè Angelo e nè io pensammo alla confessione. 
Avevo lavorato fino al giorno prima, tra le mille cose da fare , non avevo pensato alla confessione. Un'altra figuraccia.

Don Paquale ci guarda e dice: Andiamo a  a confessarci" 
Poveri invitati che stavano già da un'ora in chiesa...chissà quante ce ne dissero...
Cosi lasciammo di nuovo l'altare e ci avviammo con Don Pasquale verso il confessionale...ci inginocchiammo...uno di qua e uno di la...finita la confessione...ritornammo all'altare, tutti e tre in fila..che figuraccia!

Non vi dico, quello che disse don Pasquale nell'omelia...arrivammo al fatidico si...
 "Maria Rosaria Di Lella vuoi prendere come tuo legittimo sposo il qui presente Angelo"?
 Stavo per dire- No.
 Ebbi un forte tremito e non riuscivo a dire si.
Don Pasquale dovette ripetere per ben tre volte la domanda
 - Maria- la voce di Angelo mi riportò alla realtà- fu in quel momento che ripresi coscienza di dove stavo e cosi dissi un si con la testa.  Non avevo voce. 
Don Pasquale mi invitò a pronunciarlo ad alta voce, con grande sforzo e con un fil di voce pronunciai un -Si- che appena si sentiva.
Uscimmo dalla chiesa, alle sei e mezza, la cerimonia era stata fissata per le quattro e mezza, per terminare alle cinque e mazza-La prima cosa che Angelo mi chiese in macchina fu- 
"Perchè hai tremato sull'altare e non hai detto subito si? 
Non mi ricordo cosa gli risposi.

Poi, seppi per vie traverse....che il ritardo di mio marito in chiesa non era dovuto a nessuna zia, ma, a sua sorella, che gli impediva di uscire di casa e lui dovette scavalccare il cancello del giardino ( fu l'unica sorella a non venire al matrimonio) non voleva che il fratello si sposasse, eppure, Angelo aveva ventinove anni e lei era molto più grande del fratello... io 19 anni.
Questo è solo l'inizio, perché, come diceva l'amatissimo e bravissimo Corrado..E non finisce quiiiiiii!!

La vita è  un carosello

18 commenti:

  1. Rosy, mi sentivo ESATTAMENTE come te...
    Quando all'aeroporto vedrai i viaggiatori, compreso i bambini ,tranquilli, penserai : ma io sono proprio sciocca.
    Prima di partire evita il caffè e non fumare... bere una camomilla ti farà bene.

    RispondiElimina
  2. La prima volta che voli è normale essere nervosi, ma poi quando sei lassù pensi:"Ne è valsa la pena, potevo non godere mai di questo spettacolo?"
    Vai, Rosy, e stai tranquilla: sarà una passeggiata, anzi, no una volata..hehe!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  3. E' inutile dire non è niente: l'aereo fa sempre un po' paura! Che bella storia il tuo matrimonio...aspetto con ansia la II° parte. Se passi sul mio blog (flashingphotos) c'è un piccolo sondaggio, partecipi?
    A presto
    Simona

    RispondiElimina
  4. Ma la storia del matrimonio è fenomenale. Semplicemente fenomenale. Un matrimonio così non si dimentica più!
    Tranquilla per il volo, vedrai che è bello.

    RispondiElimina
  5. Rosy che avventura il tuo matrimonio...
    Ti capisco, ora ne parli sorridente, chissà che magone allora...
    Ma tutto è bene ciò che finisce bene.
    Alla prossima puntata.

    RispondiElimina
  6. Queste storie vere fanno certamente piacere a chi ricordandole le racconta sia a chi le legge.

    ps.Quanto al viaggio in aereo vai tranquilla...te lo dice uno che non l'ha fatto mai e neppure lo farà. Che dici era meglio se stavo zitto?

    RispondiElimina
  7. Mi sono divertita anche io al tuo matrimonio.Forse credevo di essere una comare

    RispondiElimina
  8. Cara Rosy, del viaggio non devi preoccuparti e cmq è un esperienza da provare nella vita quella dall'aereo. Lo ha preso perfino mia mamma (che è veramente restia a viaggiare) e ha detto che è come stare in macchina anzi meglio!

    La storia del tuo matrimonio è divertente, o almeno leggendola ora lo è. E tu devi avere una grande pazienza. Io non so se sarei restata così calma!
    Buon divertimento a te e ai nipotini

    RispondiElimina
  9. Cara rosy, mai dire mai! Hai proprio ragione. Adesso però non essere preoccupata, mi raccomando, altrimenti ti rovini tutto il gusto!

    Per quanto riguarda la prima puntata della storia della tua cerimonia nuziale, l'ho letta con vero piacere e sano divertimento. Magari ad esserci dentro non ci si diverte, perché quelli sono momenti critici.

    In realtà, ogni matrimonio ha una sua storia...Aspetto il resto;)

    Le immagini sono tenerissime e commoventi, per certi aspetti.

    Dormi bene e dai un bacio ai tuoi adorabili nipotini.

    A domani
    annarita

    RispondiElimina
  10. sai che vedere le foto ci fa impazzire? perchè poi uno ripensa a quando era piccino

    RispondiElimina
  11. Che avevi preso per restare così calma con tutto quel trambusto???
    Simpatica avventura l'ho letta tutta d'un fiato... attendo la seconda parte...
    E stai tranquilla per il volo è solo la novità poi ci riderai sopra...
    Ciao cara Rosy dolce notte un abbraccio e bacioni

    RispondiElimina
  12. Buona sera Rosy, ho letto il tuo mail proprio ora e se lo desideri ti dico come fare per inserire la rosellina o magari un altro smile del sito che conosci bene. Non avere paura dell'aereo perchè e solo un momento e poi e tutto rilassamento; io ho viaggiato tantissimo e te lo dico per esperienza. Domani leggerò meglio il post perchè ora sono cotta e sto scrivendo con solo una mano. Ti auguro una buona notte e buona vita. Viviana

    RispondiElimina
  13. x Stella:Ok seguirò i tuoi consigli. Un bacio.

    x Angelo azzurro: grazie angelo, volerò, pensando anche a voi e alle vostre parole.

    x Simona: come mi hai capito, ma senza gli amici che stanno cercando di aiutarmi in tutto con le loro parole e consigli, come farei?
    bacio

    x Janas: la storia del matrimonio purtroppo, ancora non si è conclusa...leggerai, leggrai...leggerete...un bacione.

    x2Stella: cerco sempre per natura di cogliere nelle cose solo il lato buono...altrimenti, mi sarei dovuta ammazzare...ma non solo per il matrimonio.

    x-Monticiano:si, era meglio se stavi zitto...ti perdono.
    Mi piace raccontare i miei ricordi di bambina, della mia gente, del passato, quel passato cosi importante, perchè ha fatto di me quella che sono oggi
    Ciao Alduccio.

    X Agapequilt:mi fa piacere che ti sei divertita al mio matrimonio e ancora non sa, più giusto dire...che non sapevo, cosa ancora mi attendeva.Ciao comare.verrò a trovarti.


    x rosy: grazie, evviva tua mamma, cercherò di imitarla. e ricorderò quello che tutti mi avete detto...poi ne riparliamo al ritorno e dirò la mia..
    Bacio.

    X Annarita:per l'aereo cara Annarita, ce la sto mettendo tutta ma propria tutta..meno nove.
    Il giorno del matrimonio e con tutto quello che accadde...forse ero l'unica a non capire realmente quello che stavo vivendo o forse le mie colleghe di lavoro ad essere brave.
    Le foto dei miei figli, le guardo sempre e ricordo tutto di loro, quanto li amo!
    darò i tuoi ai miei nipotini. Grazie un bacione e buona serata.

    xPro.abruzzo: le foto sono importanti e belle vederle, attraverso loro, riviviamo i momenti dolci della nostra vita.

    x Paola: Paola, per natura sono calma...ma alla fine del viaggio di nozze, la crisi mi viene.Ti abbraccio.

    X Viviana: grazie Viviana, so inserirla l'immagine, è l'unica cosa che mi sono portata via da quella chatta, mi piaceva l'angolo della politica...ma li sopra è impossibile starci a lungo, gira e rigira e si dicono sempre le stesse cose e cosi l'abbandonai... Evitando di fare nomi...certe persone, erano proprio antipatiche.
    Ogni tanto li vado a leggere, la musica è sempre la stessa.

    Ti abbraccio, auguri per il braccio.

    RispondiElimina
  14. Ci sono anch'io Rosy, in ritardo come sempre.
    Mi sono letta con grande emozione la storia del tuo matrimonio.
    Sei sempre stata prodigiosa :D
    E le foto? Altri tempi ...
    Capisco la tua ansia, ma come ti diciamo tutti, andrà tutto bene.
    Ci siamo noi, tutti amici tuoi, a pensare a te, da TERRA.
    Un abbraccio!
    Lara

    RispondiElimina
  15. Rosy mia, sono passata per lasciarti un bacionone!
    bacibaci

    RispondiElimina
  16. Buongiorno Lara, mancano otto giorni alla partenza e cosi per non pensare e per tenermi allegra mi son messa a raccontare la storia del mio matrimonio.
    Un bacio

    RispondiElimina
  17. Janas bacioni anche ate e buona giornata follettina.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...