sabato 28 marzo 2015

Più vicino, Dio mio, a Te



Dedico questo Meraviglioso Canto alle 150 Vittime  del disastro di Germanwings.
Ora Siete  Figli della Luce. 

(Il coro della cappella BYU Vocal Point della Brigham Young University , Fondato Dagli studenti Nel 1991) 



 Più vicino, Dio mio, a te "Più vicino, Dio mio, a Te" è un inno cristiano del 19 ° secolo da Sarah Fiore Adams, liberamente ispirato Genesi 28: 11-19, la storia del sogno di Giacobbe. Genesi 28: 11-12 può essere tradotto così: "Così è venuto in un certo luogo e vi rimase per tutta la notte, perché il sole era tramontato Poi prese una delle pietre di quel luogo e lo mise alla testa, e. . si coricò in quel luogo per dormire Poi si sognava, ed ecco, una scala è stata costituita sulla terra, e la sua cima raggiungeva il cielo, e là gli angeli di Dio salivano e scendevano su di essa ... "





 Testo della canzone

 Più vicino, mio ​​Dio,
 a Te, più vicino a te!
E' sebbene sia una croce che mi risuscita;
 Ancora tutta la mia canzone sarà più vicino,
 mio ​​Dio, a Te,
Coro: Più vicino, mio Dio, a Te, più vicino a te!
 Anche se, come il viandante,
il sole andato giù,
 L'oscurità sia su di me, il mio riposo una pietra;
 Eppure, nei miei sogni sarò più vicino,
 mio ​​Dio, a Te,
 Non lasciare che il modo in cui appaiono passi unto
 Tutto che tu mi mandi nella misericordia
Angeli invitano me più vicino,
 mio ​​Dio, a Te,
Coro Poi, con i miei pensieri di veglia luminose con la tua lode,
 Fuori dei miei dolori pietrosi Bethel io rilancio;
Quindi, i miei guai per essere più vicino,
 mio ​​Dio, a Te,
Coro O se sull'ala gioiosa, fendendo il cielo,
 Sun, luna e stelle dimenticato, io volo verso l'alto,
 Ancora tutta la mia canzone sarà, più vicino,
 mio ​​Dio, a Te,
Sono in casa di mio padre, sicuro e riposo,
C'è nel mio amore del Salvatore, perfettamente benedetto;
 Età dopo l'età per essere, più vicino a te mio Dio.


Dal Web Traduzione non perfetta ma si capisce il senso.

4 commenti:

  1. Veramente bellissimo ascoltare questi canti.
    Ciao buona domenica delle palme cara Rosaria.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero bello Tomaso.
      Grazie della tua presenza.
      Buona serata! Ciao!

      Elimina
  2. ciao cara Rosy
    che dolore ciò che è successo, ciò che continua a succedere in questo mondo impazzito. Ogni tanto penso a mio padre che è morto tanto tempo fa e mi dico: almeno lui questo se l'è risparmiato!
    Volevo rispondere al tuo commento e dirti che anch'io certe sere, al buio, vedo caramelle che mi si incrociano davanti agli occhi. Mi dico che è stupido continuare a giocare che non si arriva da nessuna parte, eppure riempio ogni spazio vuoto con questi passatempi, più ruzzle, più wordox e altri...
    E' il mio modo per evadere, un piccolo rifugio tutto per me.
    Col pensionamento va bene, anche se nuovi legami familiari condizionano la ritrovata libertà, ma non mi lamento: vado spesso in Calabria, ho un progetto di spettacolo per quest'estate, sto facendo un laboratorio di scrittura a Venezia che mi dà tante soddisfazioni, ne sto organizzando un altro in Calabria, vado in piscina...
    Faccio tante cose anche se in agguato c'è sempre il pericolo dellla noia e dell'apatia.
    Un caro abbraccio e scusa per il prolungato silenzio, sappi che sei sempre nel mio cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ninaaaaaaaaa!! Che piacere vederti da queste parti:)
      Il mondo va sempre peggio, eppure, è strano, siamo migliorati in tante cose, ma peggiorati in altre.
      Le caramelle, sono un dolce passatempo. Diciamo cosi.
      Comunque, ti manderò quante vite ti occorrono:)
      Quanti bei programmi che abbiamo, bene bene! Felice per te. Allora, tienici informati.
      Venerdì prossimo ri-inizio anche io la piscina.
      Solo che questa benedetta piscina per me è obbligatoria... e io odio tutto ciò che è obbligatorio.
      Anche tu sei sempre nel mio cuore.
      Ricambio il tuo abbraccio:)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...