martedì 26 aprile 2011

La storia è sempre la stessa.

 Soldato che vai
e non sai se torni
resta qualcosa di tuo
per chi forse
non ti vedrà più.
 E Tu ragazzo
 che muori per un ideale
quale?
Gloria o sconfitta?
Tu oh fucile
che il maggior carnefice sei
uccidi chi non conosci
strazi chi già è straziato
e nessuno potrà dirti
che hai ammazzato
i sogni di un soldato
straziato l'ideale di un ragazzo
perchè  oh fucile
tu il più colpevole
tu il più innocente.

Scritta all'epoca della guerra nel Vietnam. Ricordo che noi giovani di allora  soffrivamo molto di questa guerra. Cercavamo di capire  le ragioni ma non le abbiamo mai capite e continuiamo a non capire  neppure le ragioni delle guerre di oggi.

22 commenti:

  1. Ciao Rosy, sí, la storia si ripete. Quante vite giovani spezzate!
    La grande Gianni Morandi, lo ascoltavo con la radio "Sokol" (radio tascabile qui in quel tempo)portata nel letto:))
    Buona giornata cara e baci

    RispondiElimina
  2. Sei passata dall' isola lasciando solo un bacio, ed i famosi dolci?
    Ora passo da Lina ad assaggiare la lasagna e la pastiera fatta con le sue manine...slurp :-)))

    RispondiElimina
  3. Sai che abbiamo gli stessi ideali, gli stessi sogni, esprimi con questa poesia un momento attuale, anche se cambia il paese da combattere, gli uomini non cambiano!!!Potere, sol brama di soldi, armi, guadagno, vte umane, sacrificio? per cosa, per chi?

    O.t.
    Baci e caffè solo per noi "reduci"

    RispondiElimina
  4. Le guerre non le vince mai nessuno.
    sandra

    RispondiElimina
  5. Ciao Rosy, qui si dice che la medicina migliore per il raffreddore e per l'influenza é la cura cappellino:)): bere grappa (alla miele), mettere capellino (o altra cosa calda) in testa ed infilarsi nel letto. Spero che i tuoi mali andranno via prestissimo.
    Baci e té caldo con miele e con un po di rum:))

    RispondiElimina
  6. Cara Rosy, è proprio vero: la storia è sempre la stessa.
    E le guerre, purtroppo, anche.
    Auguri per il tuo raffreddore, segui i consigli di Caterina, sembrano eccellenti!
    A presto,
    Lara

    RispondiElimina
  7. Caterina ed io ti abbiamo dato gli stessi consigli, allora sarai sicuramente guarita:-) Baci e caffè..per te e per noi ragazze diversamente giovani:-)) Qui piove, anche lì..non rispondere, vengo a vedere:-)

    RispondiElimina
  8. Chi governa continua a non capire o fa finta di non capire eppure la nostra Costituzione parla chiaro ma se ne fregano.

    Rosy come stai? Fammi sapere, grazie.
    Un abbraccione,
    aldo.

    RispondiElimina
  9. CIAO ROSY.
    Anche se ogni mattina vengo a prendermi il caffè a casa tua , un saluto anche quì te lo voglio lasciare ... con un abbraccio affettuoso e sincero.
    CIAO E A PRESTO TUA COGNATA LINA

    RispondiElimina
  10. Cara Rosy,ricordiamo ancora,in tanti,il Vietnam,ma le guerre,purtroppo non sono mai cessate,c'è sempre un posto dove si "provano" le armi,sempre più micidiali e in mano a persone sempre più giovani!belli i tuoi versi,una trasposizione di sentimenti tristi e puliti.Indicatissimo Gianni Morandi.Di recente ho avuto il piacere di assistere all'unico concerto in Italia,di Joan Baez,che ha cantato in italiano questa canzone.Un esercito di sessantenni e oltre ci siamo alzati in piedi ,con emozione e qualche lacrima malnascosta.

    RispondiElimina
  11. Le guerre sono le grandi tragedie dell'umanità! Gli uomini di buona volontà non ne comprendernno mai le ragioni che albergano nei cuori di coloro che hanno sete di possesso e di potere. Questi ultimi sono i meno, ma tengono in scacco il mondo e l'umanità intera, scarnificandone il tessuto migliore, prosciugandone la vita stessa.

    Tema forte che oggi è più che mai attuale...

    Un abbraccio grande e un ringraziamento per aver suscitato momenti di riflessione.

    annarita

    RispondiElimina
  12. E' una storia infinita.
    Ricordo bene questa canzone...
    Da allora non è cambiato gran chè... da qualche parte c'è sempre qualcuno che combatte in qualche guerra e la pace non è mai completa.
    Un bacio ed un sorriso

    RispondiElimina
  13. Ciao, Caterina la storia si ripeterà sempre.Siamo destinati a non imparare niente.
    Questo è il vero dramma dell'umanità Quesra canzone di Morandi cambia il nome ma è sempre attuale.
    Purtroppo!
    Un bacio a te e grazie per i consigli per il raffeddore che che ho eseguito.
    Le sto provando tutte.
    Ma la tosse sta sempre qua.
    Un po' di meno ma si fa sentire.
    Ciao e buona notte.

    RispondiElimina
  14. Nicola ho lasciato un solo bacio per non inettare l'isola
    Ma adesso te ne lascio due
    Ciao

    RispondiElimina
  15. Sono contenta che abbiamo gli stessi ideali noi reduci ci somigliamo.
    Ho anche eseguito il tuo consiglio
    per la tosse niente riri è tosta.
    Un bacione ciao

    RispondiElimina
  16. Sandra le guerre non le vince mai nessuno non è vero Sandra qualcuno ci deve essere che vince e guadagna.
    Ciao

    RispondiElimina
  17. Lara siamo dei burattini nelle mani di poche persone.
    Consigli ottimi quelli di Caterina e riri, li sto eseguendo pazientemente...ecco perchè ci chiamiamo pazienti.
    Bacio ciao

    RispondiElimina
  18. Aldo si finge di non capire tanto la guerra la fa il popolo.

    Ho risposto alla tua gentile richiesta in separata sede.
    Grazie. ciao.

    RispondiElimina
  19. Grazie Lina sei sempre gentile.
    Oggi com sai è stata una giornataccia per me.
    Ma ora tutto va meglio
    Un bacione e buona notte A presto.

    RispondiElimina
  20. Cara Chicchina, chi può dimenticare questa ingloriosa pagina di Storia.

    Noi giovani di allora discutevamo molto su questo massacro che poi in definitiva era una guerra tra la Russia e l'America.
    Si attaccavano fuori campo per sfoggiare le loro armi e non solo...
    Ci sarei voluta essere anche io nel esercito dei sessantenni alzarmi con voi e battere le mani a questa canzone che per noi dell'epoca ha un grande valore.
    Ti abbraccio commossa e grazie di questa bella condivisione.
    Ciao bacio.

    RispondiElimina
  21. Cara Annarita l'obbiettivo di questa gente è prosciugare la linfa vitale
    temono i giovani che hanno la forza e li stanno distruggendo con guerre e altre cose...
    Le tue parole sono sante e non fanno una piega.
    Condivido il tuo commento.
    Grazie a te a tutti che avete colto il mio pensiero.

    La cosa più amara che siamo diventati impotenti.
    Uno scacco matto cara Annarita terribile.

    Un abbraccione. ciao

    RispondiElimina
  22. Cara cizin, non cambierà mai nulla sotto questo cielo.
    Ben tornata bacione

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...