martedì 23 giugno 2009

La mattina scrivo sempre parole che poi strappo ma oggi prima di strapparle...

Il linguaggio immaginario è la realtà del nostro secondo mondo...
L'immaginazione è una funzione importante perché agisce su cosciente e inconscio
è un mezzo per raggiungere risultati di armonia.
Ogni immagine dell'immaginario porta con se desideri e sentimenti.
Il nostro mondo interiore è più affamato di quello esteriore, per questo inconsciamente creiamo un ponte tra la realtà e l'immaginario dove transitano le figure, gli odori e i nostri intimi desideri, per creare l'immaginario dobbiamo per forza fare appello a quello che i nostri occhi vedono nella realtà non ha importanza se vediamo male, perché nell'immaginario tutto diventa perfetto
L'immaginario si collega alla fonte della nostra anima, dove tutto è perfetto, dove ogni logica del pensiero umano non attecchisce,
Noi siamo divisi da due mondi, uno parla di convenienze, l'altro è sognante, forse per questo molte volte non siamo coerenti neanche con noi stessi
Emozioni e pensieri si scontrano, al di la del mondo della realtà a cui siamo abituati.. dentro di noi c'è un'altra dimensione superiore ma latente e tocca a noi riattivarla, per il bene nostro e di tutta l'umanità
Siamo una macchina? non credo mettiamo caso che veramente lo siamo, allora dobbiamo capire che all'interno di questa macchina abbiamo un serbatoio di benzina superiore in qualità e non e giusto ignorarlo.
Abbiamo un dovere verso noi stessi che è liberarare la nostra anima, renderla presente in ogni nostro gesto
Solo raggiungendo quest'armonia il mondo potrà cambiare in bene.

PS Cara Lina, come vedi, oggi ho avuto il coraggio di postare i miei scritti che butto giù ogni mattina e puntualmente strappo..cosa che tu non approvi.
Forse dopo toglierò il post??? e che questi scritti a mente fredda mi danno l'impressione di essere troppo sciocchi.Ah povera mente a quante stupide cose ridicole ti sottoponiamo e quanta perfezione pretendiamo da te.
Eppure mentre scrivo questi miei folli pensieri, Dio come sono felice! entro in un mondo tutto mio, dove realtà e sogni si abbracciano felici.
Questa, è stata da sempre la mia valvola di sfogo, scrivo e strappo, scrivo e strappo...vorrei capirne il motivo...

15 commenti:

  1. Non ti permettere di giudicare sciocchi scritti come questo post, altrimenti mi incavolo sul serio!

    Anzi ti invito a postare tutti quelli che la mattina strappi. Ha ragione Lina a non approvare...

    Quel che hai scritto è profondamente vero e trova riscontro anche in ricerche scientifiche sull'intelligenza emotiva. Daniel Goleman ha pubblicato un libro straordinario "INTELLIGENZA EMOTIVA" in cui tocca proprio i nodi che tu hai centrato, mia cara.

    Concludo con una frase di Aristotele:"Le emozioni hanno relazioni con l'apparato cognitivo perché si lasciano modificare dalla persuasione"

    Inteso, piccola grande saggia amica?

    ps: Ho letto in tuo commento che tua figlia non è stata ancora bene. E' uno strascico o una cosa diversa? Ci ragguagli un po'...sono in pensiero.

    Un abbraccione cumulativo a te e ai tuoi cari tutti. In bocca al lupo alla figliola.

    RispondiElimina
  2. Noi siamo divisi da due mondi, uno parla di convenienze, l'altro è sognante. Ed è vero, Rosy. Spesso il mondo sognante sembra l'unico possibile. Ma poi ci si sveglia ed il risveglio non è dei più belli. Baci

    RispondiElimina
  3. Annarita cara, quaderni interi ho strappato, perchè a mente fredda e rileggendoli, mi sembravano sciocchi...sai, la mia famiglia originaria mi ha sempre preso in giro... chiamandomi la filosofa, sentivo questa parola come un'offesa, perchè era detta per offendermi.
    Cosi imparai a tenermi per me i miei pensieri...la mattina, caffè, penna è foglio sono le mie prime tre cose importanti per me.

    Laura, si è sentita male,una cattiva digestione e con forti mal di stomaco gia ieri sera stava meglio...comunque anche oggi sarò da lei...non posso lasciare Luca e ne posso lasciare Angelo solo con Luca e cosi dopo pranzo, arriverò da Laura.
    Grazie Annarita,
    Sei una persona speciale. speciale perchè sai ben capire l'animo umano.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Cara Antonella, il mondo quello sognante è un mondo dove non ci sono richieste di nessun tipo. La realtà esiste, ma dobbiamo dissetarla, con il mondo che galleggia dentro di noi.
    Poi ricordati che la realtà non è quella che vedono i nostri occhi...dobbiamo imparare ad usare il terzo occhio, che io chiamo l'occhio dell'anima...la nostra anima è il fuoco, il fulcro di quello che siamo, di quelli che siamo stati e di quelli che saremo...devi imparare ad unire questi due mondi e vedrai che anche la realtà cambierà in meglio...
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. I miei due mondi, quello sognante e quello reale, coincidono. Non so dire se "purtroppo" o "per fortuna".... ma sono così, e sempre lo sarò. Tu mi conosci...

    RispondiElimina
  6. Per fortuna è la risposta giusta.

    Vedi, cara janas, il canale importante che genera la strada che ci inoltra nell'immaginazione,nasce dalla mente, solo una mente grande è in grado di percorrere il sentiero che la stessa nostra mente ci offre.

    Noi siamo una cosa sola mente, corpo e anima e dentro di noi c'è una grande stanza, che è la mente sacra, che non ha nulla a che fare con il cervello, per entrare in questa stanza, dobbiamo scendere in profondità di noi stessi, il cammino non è facile, ma quando ci riusciamo, capiamo, che anche le stelle la luna e i pianeti, a confronto del nostro universo sparisce... noi siamo materia è spirito, dinanzi a noi anche l'universo sparisce perchè lui è solo fatto di atomi, come il nostro corpo...ma noi non abbiamo solo un corpo...ma abbiamo uno spirito che va nutrito ed è anche più esigente del corpo.
    Ti abbraccio follettina

    RispondiElimina
  7. finalmente sono tornata!
    anche se stare in vacanza non mi dispiaceva ...

    RispondiElimina
  8. hai fatto bene a non strapparle!

    ;-)

    RispondiElimina
  9. il mio immaginario e la realtà, nella mia vita non coincidono...ecco vedi mi hai fatto riflettere, grazie!
    Non strappare i tuoi pensieri, sono espressione di te.

    RispondiElimina
  10. Cara Signora in rosso,imparare ad usare la nostra innocenza e fantasia non nuoce anzi, possiamo imparare ad incontrarci con noi stessi con calma...
    forse noi siamo qualcosa di più vasto di quello che crediamo...quella che noi chiamiamo realtà, forse e solo una coscienza addormedata...
    cercherò di non strappare più i miei pensieri...chissà se davvero ci riuscirò
    Buona serata.
    un bacio.

    RispondiElimina
  11. Quando racconto quello che ricordo o quello che la fantasia
    è andata via via creando nella mia mente divento il primo lettore di me stesso e mi giudico commentandomi io per primo. Poi lascio che le parole si tramutino in scritti.

    RispondiElimina
  12. E hai fatto bene a non strapparlo questo tuo scritto di getto! Ricordo anche tempo addietro che scrivesti qualcosa di veramente speciale, molto poetico che mi colpì in modo particolare: quella volta mi pare che era di sera....quindi scrivi e pubblica, per noi sarà sempre un immenso piacere leggerti.
    Spero che i tuoi, tutti, vadano sempre a migliorare:ciao cara a presto, un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  13. Come tutti gli amici che ti hanno risposto, sono certa che faresti un bene al mondo a non strappare più quello che scrivi.
    E con questo post ne hai dato piena dimostrazione.
    Cara Rosy, scrivi! Le parole che hai dentro sono parole importanti e danno piacere a chi può leggerle.
    Grazie carissima!!!
    Lara

    RispondiElimina
  14. Aldo, hai ragione, i primi lettori di quello che sciviamo siamo noi...ma siamo lettori esigenti vero?
    Un bacione al nostro caro Aldo.

    Lara, cercherò di postare qualche volta quello che scrivo a getto.
    Ti abbraccio.

    Cara Paola grazie a te mi hai portato alla mente un post che avevo dimenticato, e cosi l'ho ripescato e ripubblicato.
    Bentornata.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  15. Bentornata cara Pupottina.
    Lo so che è bello stare fuori, ma è bello anche ritornare, ritrovare le cose a noi care...e poi ci siamo anche noi.
    Ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...